La dieta che aumenta l’abbronzatura

Per stimolare l’abbronzatura bisogna fare molta attenzione alla dieta. Ci sono cibi considerati abbronzanti, perché ricchi di vitamina A e quindi in grado di stimolare la produzione della melanina, la responsabile della vostra tintarella. Quali sono gli alimenti che non devono mancare sulla nostra tavola per avere una pelle dorata?

I cibi per preparare la pelle alla primavera

La pelle deve essere preparata al sole e di conseguenza con i primi caldi primaverili bisogna assolutamente fare in modo che la cute sia protetta. Quindi, via libera alla crema solare, che non deve mai essere abbandonata, e poi cercate di curare l’alimentazione. I cibi più indicati sono quelli gialli e arancioni, che sono ricchi di betacarotene e stimola la produzione di melanina.

Dieta per preparare la pelle all’estate con frutta e verdura

Per preparare la pelle all’estate e alla fantomatica prova costume bisogna adottare una visione da “stratega”. In questi casi, come sempre, chi gioca d’anticipo, vince. La parola d’ordine è depurare l’organismo. Eliminare le tossine accumulate durante l’inverno, infatti, migliora la pelle e anche la forma fisica ne gioverà. Vediamo insieme cosa fare per affrontare al meglio l’arrivo della bella stagione.

Macchie scure della pelle, un aiuto dai rimedi naturali

 Le macchie scure della pelle sono uno degli inestetismi della pelle più frequenti e compaiono soprattutto in punti ben visibili quali viso, collo, scollatura e mani. I motivi sono da ricondursi al sole, all’invecchiamento cutaneo e a una dieta non sana. Contro le macchie della pelle, conosciute anche come macchie solari si può intervenire anche non chirurgicamente, ossia usando dei rimedi naturali.

La dieta per chi soffre di psoriasi

 La psoriasi è una malattia infiammatoria del sistema immunitario, generalmente a carattere cronico, determinata da una serie di fattori genetici, immunitari e ambientali, che si caratterizza per la formazione in alcune zone delle pelle, di squame argentee. La psoriasi è determinata da diversi fattori, primi fra tutti il sistema immunitario e motivi genetici, oltre ad altri componenti che possono scatenarla o acutizzarla nei soggetti predisposti, quali stress, fumo, alcool e alimentazione.

Olio di germe di grano, le proprietà e gli usi cosmetici

 Il germe di grano è un alleato prezioso per la nostra salute. E’ ricco di lecitina, vitamine del gruppo B, provitamina A, vitamina D, ed è una vera miniera di vitamina E, importantissima per la sua azione antiossidante e immunostimolante. Inoltre, contiene oligoelementi quali calcio, fosforo, ferro, magnesio, potassio, zinco, e selenio.

Olio di mandorle dolci, tutti gli usi alimentari e cosmetici

 L’olio di mandorle dolci viene ricavato dalla spremitura a freddo delle mandorle dolci ed è un vero toccasana non soltanto per la pelle, ma anche per il benessere di tutto l’organismo. Tra gli oli, infatti, è quello con la più alta percentuale di acidi grassi insaturi e polinsaturi. Da sempre apprezzato per le sue proprietà emollienti, nutrienti e lenitive, è ricco di vitamine E, B, proteine, e sali minerali. L’olio di mandorle dolci trova diverse applicazioni, dall’uso alimentare all’uso estetico.

Olio di Jojoba per la cura del viso e del corpo

La jojoba è un arbusto desertico originario dell’America, particolarmente longevo e con piccole foglie cerate. L’olio, viene estratto dai semi ed era già noto agli Aztechi non soltanto per la cura della pelle e delle ferite, ma anche come cibo. Quest’olio, infatti, ricco di sostanze antiossidanti, possiede proprietà cosmetiche eccezionali.

Rimedi naturali contro le rughe

Avere una pelle liscia e vellutata il più a lungo possibile è il sogno di tutte noi, ma ogni età ha le sue esigenze e il proprio trattamento di bellezza, ecco perché sono necessari trattamenti mirati. Sino ai 30, infatti, la pelle conserva ancora molta della sua elasticità, ma ha bisogno di essere protetta e idratata.

Dopo i 40 anni, la pelle comincia a cedere e iniziano a formarsi le prime rughe, perciò diventa fondamentale intensificare l’apporto di sostanze nutritive dall’effetto rassodante, in grado di prevenire e contrastare i segni d’espressione. Dai 50 anni in poi, è indispensabile puntare su trattamenti rivitalizzanti e antiossidanti, per contrastare l’usura delle strutture che sostengono la pelle.

Botulino, distende le rughe e cura il mal di testa

Il Botulino, ormai da anni, si usa per stendere le imperfezioni del viso, le classiche rughe, che anno, dopo anno, affollano la zona degli occhi, delle labbra e della fronte. Questa tossina, però, ha tante controindicazioni, la prima è quella di togliere espressività: ne abbiamo parlato anche noi in passato. Come tutte le cose, non va demonizzata a priori e bisogna considerare che esistono degli usi alternativi molto interessanti.

Il Botox funziona contro il mal di testa e la Food and Drugs Administration, l’ente americano che sovrintende alla sicurezza dei farmaci e dei cibi, ne ha dato il via libero all’uso negli Stati Uniti per trattare certi tipi di emicranie croniche negli adulti. Forse si sta rinunciando a qualche trattamento estetico per rendere ancora più utile la sua applicazione.

Tonificare la pelle del viso con l’automassaggio

Volete mantenere la pelle del vostro viso luminosa e turgida? Niente paura, ecco come fare con l’automassaggio rassodante. Certamente, l’aspetto sano e levigato della pelle, è opera di una serie di fattori concomitanti, come l’alimentazione, le caratteristiche individuali e l’età. Bisogna, tuttavia, aver cura della pelle seguendo semplici accorgimenti.

Quante volte, vi sarà stato detto di non addormentarvi truccate? Bene, perché la detersione ha un ruolo chiave. Aiuta a rimuovere i residui di trucco, le impurità e lo smog, tutti fattori che limitano l’assorbimento dei principi attivi contenuti nelle creme, creando terreno fertile alle temute rughe.

Pelle secca? Il tè idrata come l’acqua

Devo ammettere, che il rito del pomeridiano, è un’abitudine che ho sempre invidiato agli inglesi, sebbene i cinesi bevano questa bevanda da almeno 3000 anni. Come sappiano, il tè possiede innumerevoli virtù, a cui si aggiunge anche il merito di idratare la pelle secca.

Secondo una ricerca pubblicata sul British Journal of Nutrition, infatti, 4-6 tazze di , sono equivalenti ad 1 litro d’acqua.

Invecchiamento della pelle? Combattilo con i cibi giusti

Uno dei nemici numero uno dell’invecchiamento pelle sono gli zuccheri, i quali innescano un processo, detto glicazione, che favorisce le rughe e il rilassamento cutaneo; questo vuol dire che se volete mantenervi giovani, dovete cercare di eliminarli dalla vostra dieta, o per lo meno di ridurli al minimo.

Per ottenere una pelle lucida e lucente è essenziale puntare su un’alimentazione corretta; mangiate spesso mandorle brasiliane e crostacei, che sono ricchi di selenio, un potente antiossidante che combatte i danni dei radicali liberi. Anche le uova sono cibi anti età, perché contengono la cistina, un aminoacido disintossicante che serve alla sintesi del collagene, la sostanza che dà elasticità alla pelle.

La vitamina B1 rallenta la perdita delle fibre di collagene e dunque va benissimo mangiare il riso integrale che ne è ricco; ottimi anche il pesce grasso come il salmone e lo sgombro, che contengono gli Omega 3, le sostanze che rallentano i processi infiammatori e quindi la secchezza della pelle. Se oltre alla rughe volete combattere anche la depigmentazione della pelle e l’insorgere di macchie scure, c’è bisogno di vitamina C, che si trova negli agrumi e nella verdura, oltre che nei frutti rossi come le fragole e i lamponi.

La dieta per idratare la pelle

La disidratazione, indotta dal caldo unito all’aria secca, è uno dei maggiori nemici della pelle; soprattutto in estate quando ci si espone più volentieri al calore dei raggi solari mitigato dalla brezza marina, il rischio di perdere molta acqua attraverso l’epidermide diventa importante, e il miglior modo per scongiurarlo è curare l’alimentazione con una dieta in grado di apportare elevate quantità di liquidi: passati verdure, minestroni, insalate miste e frutta fresca devono diventare una costante a pranzo e a cena, integrati da centrifugata e sorbetti durante il giorno.

In questo modo l’organismo viene inondato di acqua viva, ricca di preziosissime vitamine, di sali minerali e di enzimi, tutte sostanze indispensabili per la salute della cute. Basti pensare alla vitamina C, l’antinfiammatorio per eccellenza, oppure alla vitamina E, che funziona da antiossidante nei confronti dei grassi, piuttosto che alla vitamina A, protettrice diretta della pelle e delle mucose, o alla B12 che contribuisce al nutrimento dei tessuti.

Senza dimenticare che, introducendo acqua con i cibi, si fa anche scorta di potassio, capace di favorire il mantenimento della giusta pressione sanguigna e migliorare la funzionalità muscolare. Infine, un consumo abbondante di alimenti idratanti aiuta a mantenere fluida la circolazione del sangue, migliorando l’irrogazione dei capillari fino alle zone più periferiche, quelle che interessano le cute.

Pelle: cosa mangiare per mantenerla sana

La pelle è l’organo di maggiore proporzione del nostro corpo, con i suoi 8-10 kg circa, riveste una superficie di due metri quadrati, variando il suo spessore da zona a zona, e le sue funzioni sono assolutamente vitali: riveste e protegge l’intero corpo, regola la temperatura corporea, svolge un’importante azione di assorbimento e di eliminazione delle sostanze di scarto, e ci trasmette le sensazioni.

Non c’è dubbio che l’alimentazione si rifletta in modo determinante sulla salute e sull’aspetto della pelle: spesso le manifestazioni cutanee non sono altro che la spia di disturbi a carico dell’intestino o del fegato; diventa importante, allora, seguire alcune semplici regole dietetiche che, abbinate ad uno stile di vita regolare, possono aiutare a prevenire e a risolvere questi problemi.

Per prima cosa bisogna assumere tanti liquidi per mantenere la pelle idratata e favorire l’espulsione delle tossine; è importante anche non bere le bibite ricche di coloranti e bollicine, perché aumentano il carico di tossine e irritano il fegato. La scelta migliore è l’acqua, preferibilmente oligominerale, ma anche il tè, soprattutto quello verde che vanta virtù decisamente benefiche.

Cinque consigli alimentari anti invecchiamento

Dimostrare dieci anni di meno è il sogno di tutte; impossibile da realizzare? No, se seguirete i nostri consigli anti invecchiamento, e assumerete le dosi consigliate di questi cinque alimenti dalle proprietà estremamente benefiche.

Germe di grano. Anche se si scarta nella produzione della farina, il germe è senz’altro la parte migliore del chicco di grano, perché contiene un’elevata quantità di vitamina E, che protegge i lipidi dall’ossidazione causata dai raggi ultravioletti; inoltre, sembra che il germe di gramo riesca a proteggere la pelle anche dai danni dello smog. Bastano un paio di cucchiaini al giorno, magari sull’insalata o nello yogurt del mattino per godere di tutti i suoi benefici.

Mirtilli. Queste bacche devono il loro colore all’alto contenuto degli antociani, e numerose ricerche hanno evidenziato che questi pigmenti agiscono sui capillari sanguigni mantenendoli puliti internamente, rafforzando il tessuto connettivo che li sostiene e migliorando la loro elasticità. Secondo una ricerca condotta da un’università canadese, le virtù salutari dei mirtilli si mantengono bene anche nel loro succo: un bicchiere al giorno è una dose sufficiente per migliorare la salute dei vasi sanguigni nel giro di poche settimane.