Trattamenti anticellulite, ecco i più efficaci da fare a casa

Si avvicina l’estate e con essa il tempo di togliersi calze e maglioni per lasciare lo spazio a vestitini e t-shirt. In agguato, però, c’è la tanto odiata cellulite e gli inestetismi correlati, come la pelle a buccia d’arancia. Per fortuna esistono degli efficaci trattamenti per combattere la cellulite che possono essere fatti anche a casa senza recarsi nei centri dedicati.

Combatti la cellulite con la nuova tecnica non invasiva SIN Therapy di WinForm

 La cellulite è senza dubbio l’inestetismo del quale soffre la maggior parte delle donna: secondo i dati diffusi dall’Istat sono 14 milioni solo in Italia le donne che ne sono colpite, senza contare che  è anche uno degli inestetismi più difficili da combattere. Ormai di metodi per contrastare la cellulite ne esistono diversi, sia invasivi che non, passando per quelli naturali. Oggi vogliamo presentarvi una nuova tecnica non invasiva contro la cellulite, la SIN Therapy di WinForm.

Il laser tridimensionale per combattere la cellulite e rassodare la pelle

 La cellulite va combattuta in inverno, se non si vuole andare in panico per la famigerata prova costume a giugno. Sono numerosi i trattamenti per eliminare la buccia d’arancia, che andrebbero associati a una dieta iposodica e tanto movimento. Purtroppo una cura che elimini la cellulite in modo definitivo non esiste, ma con il laser tridimensionale (3D) si possono ottenere ottimi risultati.

Trattamenti anticellulite al caffè: sono efficaci?

La cellulite è una vera e propria patologia, che colpisce 9 donne su 10, comprese le cosiddette magre e persino in giovane età. Si concentra principalmente su cosce e glutei e si manifesta con aspetto bucherellato della pelle (detta anche a buccia d’arancia o a materasso) e rigonfiamenti più o meno evidenti (edemi). Le cellulite è dura a morire, resiste, infatti ad esercizi e a diete, ma qualcosa per tenerla a bada si può sempre fare.

Come scegliere e applicare i fanghi anticellulite

 È questa la stagione per prepararsi alla prova costume. Gli esperti di settore sostengono che per arrivare in forma all’estate (o almeno recuperare la forma) sia necessario mettersi all’opera entro aprile. La lotta ai chili di troppo e alla cellulite è una guerra che non si può combattere rapidamente. Impossibile parlare quindi di trattamenti anticellulite, senza menzionare i fanghi, che intervengono sul tessuto adiposo stimolando la circolazione.

Linfodrenaggio combinato per combattere la cellulite allo stadio iniziale

 È questo il momento migliore per contrastare la cellulite. Non lasciate passare un altro mese o un altro giorno, se le vostre gambe presentano l’odiata buccia d’arancia e desiderate arrivare all’estate in forma. Purtroppo la ritenzione idrica non scompare con un colpo di spugna e non si può neanche pensare che un semplice trattamento estetico sia risolutivo. Bisogna agire su più fronti.

È fondamentale agire sull’alimentazione, che deve essere povera di sale e di grassi. Cercate quindi di stare molto attenti a quello che consumate e favorite i piatti a base di frutta e verdura. Inoltre, bevete molto acqua (almeno 1 litro e mezzo al dì). E poi ci vuole molto movimento. Senza un po’ di sport (preferibilmente di carattere aerobico) non potrete sperare di avere gambe più belle.

Chili di troppo? Il 43% delle italiane pensa alla chirurgia estetica

 

Guardarsi allo specchio e piacersi. Non capita quasi mai. Sono pochissime le donne che si ammirano soddisfatte. La maggior parte si trova mille difetti: la pancia gonfia, i fianchi larghi, la cellulite, le smagliature, la forma del corpo a pera o a mela. E ben il 33% si trova troppo grassa. Questo quanto sostiene un nuovo sondaggio condotto dal Gruppo Aufeminin.

Trattamenti anti-cellulite: la fosfatidilcolina

La fosfatidilcolina, fosfolipide contenente colina, è rintracciabile in numerosi alimenti quali tuorlo d’uovo, semi di soia, caviale, lenticchie, piselli, ecc. Essa è tra i costituenti principali delle membrane biologiche e svolge l’importante funzione di regolare la fluidità e l’integrità delle cellule. Gli usi della fosfatidilcolina sono vasti, da agente emulsionante utilizzato nell’industria alimentare all’uso nel campo della dietetica per ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

Oltre a questi impieghi, questa sostanza è particolarmente utilizzata nel campo della medicina estetica e nello specifico nel trattamento per eliminare cuscinetti e per trattare la cellulite. Il trattamento che prevede il suo utilizzo non è di natura chirurgica ed è consigliato per il trattamento di zone del corpo difficilmente migliorabili con un regime dietetico ipocalorico o con attività sportiva.

Eliminare la cellulite con i bendaggi

 La cellulite è tra gli inestetismi che maggiormente colpiscono il sesso femminile, si stima che ogni anno centinaia di donne ricorrano a trattamenti estetici per sconfiggerla. Spesso presente fin da giovanissime, la cellulite non guarda nè età ne tantomeno peso e tutte le donne, in misura variabile, ne sono colpite. Tra i fattori responsabili della comparsa della cellulite, oltre che una predisposizione, abbiamo cattivi stili di vita (poca attività fisica, fumo, ecc.) e cattiva alimentazione.

I metodi per eliminare la cellulite sono ormai numerosi e variano in base alla velocità nei risultati, ai costi, al livello di invasività, ecc. Oggi, vorremmo presentarvi un metodo anticellulite che oltre ad essere non troppo costoso, non è invasivo per il corpo della donna: i bendaggi anticellulite. I bendaggi prevedono, in linea di massima, sedute con cadenza bisettimanale e hanno un prezzo contenuto, circa euro 50 a seduta, inoltre per avere buoni risultati sono sufficienti dalle 10 alle 15 sedute.

Cellulite, un aiuto dall’acqua di cocco

Stop alla cellulite con l’acqua di cocco! Eh si, perché il cocco è un integratore naturale dal potere depurante e snellente. La cellulite, come abbiamo detto tante volte, è un inestetismo della pelle molto frequente nelle donne, e colpisce anche le cosiddette magre.

I motivi per cui si formano i cuscinetti adiposi possono essere diversi, sebbene una vita troppo sedentaria e un’alimentazione eccessivamente ricca di grassi siano considerate le cause principali. Ma la natura ci viene in soccorso con l’acqua di cocco, un prezioso alleato della nostra bellezza.

Lipoform, il laser contro la cellulite

Per chi ha problemi di cellulite l’estate è sempre un momento un po’ difficile: complici minigonne, costumi e shorts, la pelle a buccia d’arancia è più visibile rispetto all’inverno; per fortuna, però, ci sono buone notizie: sarebbe in arrivo un laser di ultima generazione in grado di combattere cuscinetti e cellulite, in modo meno invasivo rispetto alla classica liposuzione.

Il nuovo trattamento si chiama Lipoform ed un laser che agisce dirigendo l’energia sul tessuto da trattare e che elimina con precisione la cellulite e il grasso dal una determinata zona, in modo preciso e non doloroso, tanto che può essere fatto in ambulatorio e senza ricovero.

Il Professor Marco Floriani, chirurgo del Policlinico di Milano, nonché responsabile del centro di chirurgia vascolare e laser all’Istituto Medico “Quadronno”, dove il laser è già disponibile, si dichiara convinto dell’efficacia del nuovo trattamento, che sarebbe in grado di rendere liposuzione e lipolisi molto più semplici e indolori, oltre a garantire un immediato ed efficace ringiovanimento della pelle in modo poco doloroso e poco invasivo.

Trattamenti anticellulite: massaggio con il fieno

 L’estate è sempre più vicina e la preparazione per avere un corpo perfetto è già iniziata per molte donne. Ogni donna ha un’esigenza: perdere peso, eliminare i cuscinetti, diminuire la cellulite in certe zone del corpo, tonificare, ecc. Qualunque sia l’obiettivo da perseguire è importante iniziare adesso, infatti, ogni trattamento necessita di sedute che in genere mostrano i risultati dopo due o tre mesi.

Vorremmo, tra i trattamenti per combattere la cellulite disponibili, presentarvi un trattamento anticellulite che utilizza come prodotto primario il fieno nelle sue diverse composizioni: olio di fieno, fango a base di fieno, fieno in piccoli panetti, ecc. Il fieno contiene sostanze che possiedono innumerevoli proprietà: equiseto con proprietà rimineralizzanti ed elasticizzanti; tarassaco e ortica dalle proprietà depurative e drenanti; arnica con effetto stimolante a livello circolatorio; ecc.

Carbossiterapia: un trattamento per sconfiggere la cellulite

 La cellulite è tra le problematiche maggiormente diffuse tra le donne, essa dipende da diversi fattori: fattori genetici, stile di vita quali abitudini alimentari scorrette, vita sedentaria, consumo di alcool, fumo. Oggi, i modi per trattare la cellulite sono numerosi e variano molto in termini di durata, costi e livello di invasività. Tra i trattamenti che vorremmo segnalarvi abbiamo la Carbossiterapia, trattamento che oltre ad essere utilizzato in medicina estetica trova ampia diffusione anche in altri settori della medicina.

Essa infatti è una metodologia principalmente utilizzata in angiologia per il trattamento di problematiche legate a media insufficienza venosa e in ortopedia, particolarmente indicata per i casi di artroreumatiche e periartriti.  Questo trattamento, nel campo della medicina estetica è molto diffuso per combattere la cellulite grazie all’utilizzo di una sostanza, l’anidride carbonica, in grado di ossigenare i tessuti.

Microterapia per eliminare la cellulite

 I rimedi anticellulite sono ormai numerosi, essi variano molto in base al grado di invasività e in base alla lunghezza dei trattamenti. Oggi vorremmo segnalare un interessante metodo per combattere la cellulite nato da una variante della ben nota mesoterapia, la microterapia. Com’è noto, la mesoterapia si caratterizza per l’introduzione nelle zone in cui è presente la cellulite, di una miscela di farmaci (sostanze ad azione lipolitica e drenante) sciolti in soluzione fisiologica.

La microterapia, a differenza della mesoterapia, prevede solo microiniezioni in superficie di soluzione salina concentrata, in grado di richiamare in superficie una gran quantità di liquidi per effetto dell’osmosi che varranno eliminati a livello del derma medio attraverso i vasi sanguigni e linfatici. Per effettuare un trattamento di microterapia viene utilizzata una piccola ventosa contenente un piccolissimo ago che, a livello sottocutaneo, introduce la soluzione.

Ossigenoterapia

Spesso in primavera ci si ritrova con la pelle (del viso e del corpo) asfittica, ingrigita e priva di compattezza, e di elasticità: quando ci liberiamo dagli strati di abiti invernali, appaiono infatti più evidenti i danni prodotti da mesi di esposi­zione al riscaldamento, allo smog, agli sbalzi di temperatura, e soprattutto sono purtroppo ben visibili gli effetti di una cat­tiva ossigenazione dei tessuti.

L’ossigeno, il gas che insieme all’idrogeno ha dato origine alla vita sulla Terra, è uno dei principali carburanti dei nostri tessu­ti e, quando la pelle non ne riceve a suffi­cienza, a perdere compattezza e a non rigenerarsi più, formando smagliatu­re, cellulite e flaccidità. Senza contare che la carenza di ossigeno nell’organismo fa­vorisce anche disturbi digestivi, cattivo funzionamento dell’intestino e conse­guente stipsi, rallentamento metabolico, invecchiamento precoce, calo delle difese e sovrappeso.

 

Cavitazione estetica per eliminare adiposità e cellulite

La cavitazione estetica contro cellulite e accumuli di grasso

La cavitazione estetica è un nuovo sistema tecnologico che viene usato per eliminare le adiposità localizzate e la cellulite. Tecnicamente, la cavitazione estetica è la formazione di cavità nei liquidi e nei tessuti sottoposti ad una pressione che le fa esplodere su stesse, distruggendone le strutture; questo avviene con gli ultrasuoni, ovvero onde ad alta frequenza.

Per fare un esempio comprensibile a tutti si può dire che la cavitazione estetica funziona come una bottiglia di spumante agitata, nella quale si formano delle bolle d’aria; queste bolle creano una pressione tale all’interno che il tappo viene espulso. Analogamente, le bolle d’aria create dalla cavitazione all’interno del tessuto grasso, esplodono frantumando gli accumuli di grasso.

Questa esplosione, se ripetuta spesso, provoca una rottura dei grassi che diventano liquidi, e che possono essere eliminati aumentando l’apporto di sangue nella zona per rimuovere le tossine dalle cellule grasse, oppure bruciando il grasso liquefatto attraverso la ginnastica o riducendo le calorie. Gli ultrasuoni sono usati da alcuni anni nella fusione dei grassi, ma grazie ai progressi tecnologici possono essere applicati alla cavitazione senza pericoli.

Gambe perfette con i trattamenti a base di frutti

Pompelmo, melone, cedro, uva, limoni e mirtilli: sono alcuni dei frutti che, associati fra loro e arricchiti con altri ingredienti, come le alghe o gli estratti di erbe aromatiche e medicinali, si prendono cura delle gambe e dei loro in estetismi. Le nuove proposte beauty sono davvero invitanti: massaggi, impacchi, applicazioni e bagni profumati, in cui il corpo viene avvolto da composti cremosi, oli fruttati, mosti e cere aromatiche: ne derivano trattamenti indicati contro gonfiori, irregolarità nella struttura dei tessuti, pelle a buccia d’arancia.

Il massaggio modellante agli agrumi interessa le cosce e i glutei, zone in cui la lunga permanenza in posizione seduta e l’uso dei pantaloni stretti rallenta la circolazione, favorisce l’accumulo di grasso e rende i tessuti senza vitalità e la pelle poco tonica. Gli agrumi ricchissimi di vitamina C e bioflavonoidi antiossidanti, contengono anche particolari acidi dall’azione levigante; ogni varietà di frutto può essere usata per le sue qualità specifiche: ad esempio, il pompelmo per gli effetti dimagranti, il limone per quelli ansietà e l’arancia per rivitalizzare la circolazione.

Per questo trattamento si utilizzano delle candele di fusione preparate con cera d’api, burro di karitè ed estratti di pompelmo e limone, con l’aggiunta di rosa, camomilla, mirra e incenso. Le candele si accendono nella cabina di massaggio e mentre si sciolgono rilasciano il loro aroma energizzante e si trasformano in olio che viene raccolto e applicato a caldo sul corpo.