Dieta per fortificare il sistema immunitario

Tra l’autunno e l’inverno la nostra alimentazione deve cambiare, non solo perché abbiamo bisogno di più energia, ma perché dobbiamo sistema immunitario. Quali sono quindi gli alimenti che non devono mancare nella nostra dieta?

Estratto di Papaya Fermentata per rafforzare il sistema immunitario

 Gli esperti avvertono che fra un po’ arriverà la tradizionale influenza stagionale che pare, sarà anche piuttosto aggressiva; è boom, quindi, di rimedi preventivi: dai tanto discussi vaccini tradizionali ai metodi meno invasivi e più “dolci”, tra i quali l’estratto di Papaya Fermentata FPP, conosciuto in Italia con il nome di Immun’Âge, oggetto anche di uno studio che ne ha confermato l’efficacia nella prevenzione delle infezioni alle vie aeree superiori e nel rafforzamento delle difese immunitarie.

Ricette light con le verdure d’autunno

L’autunno, con i suoi colori caldi, e i suoi profumi avvolgenti, come quello delle caldarroste, è una stagione ricca di frutta e di verdura squisite, pronte a fare capolino sulle nostre tavole. Le ricette che possiamo realizzare, infatti, sono praticamente infinite.  Non ci resta che impugnare gli attrezzi del mestiere e dare spazio al nostro estro culinario.

Birra analcolica migliora le prestazioni sportive dei maratoneti

La birra analcolica, spesso snobbata dai più, si rivela preziosa per i maratoneti che vogliono migliorare le loro prestazioni sportive. Inoltre, riduce le infezioni e rafforza il sistema immunitario. A sostenerlo, è una ricerca condotta dalla Technical University di Monaco, in Germania, coordinata dal dottor Johannes Scherr e pubblicata su “Medicine & Science in Sports & Exercise”.

Ricette light: spiedini di pollo al curry

Gli spiedini di pollo al curry è un piatto molto semplice da realizzare, ma altrettanto gustoso e leggero, fonte di sostanze disintossicanti da consumare come antipasto o come secondo, accompagnato da pane di farro o riso basmati.

La carne di pollo è ricca di proteine nobili, che favoriscono il rinnovamento dei tessuti e la formazione degli enzimi e degli anticorpi. Si tratta, infatti, di proteine che contengono aminoacidi utili nel metabolismo muscolare, e nello smaltimento delle tossine che si accumulano quando ci sottoponiamo ad uno sforzo intenso.

Lo stress indebolisce le difese immunitarie

Lo stress, riduce i batteri presenti nell’intestino, con ricadute negative per il sistema immunitario, che ne risulta indebolito. A sostenerlo, sono un team di studiosi dell’Institute for Behavioral Medicine Research dell’Ohio State University guidati da Michael Bailey. L’esito della ricerca, è stato pubblicato su su “Brain, Behavior and Immunity”.

Come hanno spiegato gli esperti, i miliardi di batteri intestinali, svolgono un ruolo molto importante, perché mantengono costantemente attivo il sistema immunitario innato, affinché sia pronto ad una reazione immediata di fronte ad un’eventuale infezione.

La dieta di stagione per potenziare le difese immunitarie

Con l’autunno e i primi freddi, è importante variare le nostre abitudini alimentari per potenziare il sistema immunitario, affinché sia pronto a proteggerci da raffreddori e influenze. La prima cosa che dobbiamo ricordare è mantenere invariato il nostro peso forma: un regime alimentare insufficiente, magari perché stiamo tentando di perdere peso con metodi fai-da-te, o troppo calorico può determinare il rischio di infezioni.

Dieta per rinforzare le difese immunitarie (2)

La dieta da seguire per almeno un mese, fornisce 1600 calorie al giorno e aiuta a mantenere un peso stabile. Quali condimenti usare? Condire e cucinare con 3 cucchiai di olio extra vergine al giorno; utilizzare a piacere spezie, erbe, succo di limone; per insaporire i piatti si può usare un cucchiaino di sale al giorno; per dolcificare usare il miele, 2-3 cucchiaini al giorno.

Lunedì:
Colazione: un vasetto di yogurt intero ai frutti di bosco;  un plumcake integrale; una tazza di te verde con un cucchiaino di miele
Spuntino: una spremuta di arance rosse
Pranzo: Vitello con patate; insalata di pomodori
Merenda: verdure crude (carote, finocchi, sedano, ravanelli, peperoni a falde)
Cena: 80gr di spaghetti integrali con olio, aglio e peperoncino; 2 spiedini di pesce con gamberi, nasello, merluzzo; carote crude grattugiate condite con succo di limone; un grappolo di uva rossa

Martedì:

Colazione: una tazza di latte intero con cereali integrali al cioccolato fon­dente; succo di mele; un caffè
Spuntino: 2 kiwi gialli
Pranzo: spezzatino di palombo; insalata di pe­peroni, pomodori, cipolle, roccia, basilico e prezze­molo; 50g di pane inte­grale
Merenda: una tisana ai frutti di bosco con un cucchiaino di miele
Cena: una pizza con verdure grigliate; mace­donia di frutta di stagione con succo di limone

Mercoledì:

Colazione: una brioche non farcita; un cappucci­no con latte parzialmente scremato
Spuntino: una coppet­ta di frutti di bosco con succo di limone
Pranzo: 200g di salmo­ne al cartoccio con prez­zemolo; 2 patate al vapo­re; 2 fette di ananas fre­sco
Merenda: un centrifu­gato di carote
Cena: risotto alla zucca una macedonia di frutta di stagione con succo di limone

Dieta per rinforzare le difese immunitarie (1)

Questo è il periodo in cui i virus sono più pericolosi. La prima mosse per difendersi  è giocare d’anticipo, rafforzando il sistema immunitario con una dieta mirata. Vitamine, sali minerali, sostanze antiossidanti, enzimi, acidi glassi: sono questi i migliori alleati, nu­trienti preziosi abbondantemente presenti nella frutta e nella verdura di stagione e poi nel pesce, nei ce­reali integrali, nei legumi. La dieta che rafforza le difese è normocalorica. Un programma troppo drastico non è infatti indi­cato per chi vuole rafforzare il si­stema immunitario perché obbliga ad attingere energia dai depositi adiposi, sottraendo così una parte di carburante anche alle cellule immunitarie.

D’altro canto è bene evitare anche l’eccesso opposto: troppe calorie obbligano l’organi­smo a un surplus di lavoro, fanno accumulare chili di troppo, affati­cano gli organi interni. La conse­guenza è un malessere generale, che indebolisce le difese. L’organismo deve essere messo nelle condizioni di lavorare al meglio. Per questo tutti i nutrienti sono presenti, i menù sono vari ed equilibrati, l’apporto calorico è soddisfacente. Agrumi, peperoni, frutti di bosco, uva, radicchio, kiwi giallo, cipolla rossa, zucca, carote sono fonte di vitamina C e di altri antiossidanti come i bioflavonoidi e gli antociani, che difendono l’organismo dalle malattie.

Gli europei poco convinti da vitamine ed integratori

Secondo una ricerca Nielsen, tra gli americani si è diffusa la mania di assumere vitamine ed integratori nella propria alimentazione; al contrario in Italia e in Spagna solamente l’8% dei consumatori ne assume con regolarità . In particolare, il 40% dei consumatori intervistati nel corso dello studio afferma di fare uso di vitamine e integratori alimentari, ma meno del 60% sono consumatori abituali e quotidiani.

Nel  Nord America e nei paesi asiatici il consumo maggiore rispetto all’Europa o all’America Latina. I livelli di guardia si stanno registrando  nelle Filippine e in Tailandia dove due terzi (66%) degli intervistati afferma di usare questi prodotti, seguiti dagli USA con un ragguardevole 56%. Tuttavia, molti consumatori asiatici non ne fanno un uso quotidiano, ed è per questo motivo che gli USA risultano primi in classifica con il 44% di tutti gli intervistati che afferma di fare uso di vitamine ed integratori alimentari su base quotidiana.

Allergie alimentari: quando il cibo diventa un nemico

Qualche giorno fa abbiamo parlato di intolleranze alimentari, oggi affronteremo il “capitolo” allergie. Le allergie causate dai cibi possono manifestarsi all’improvviso e coinvolgono il sistema immunitario; il responsabile è un allergene: può essere una proteina contenuta nell’alimento “incriminato”, un additivo o un conservante. Per la maggioranza delle persone lo stesso allergene è innocuo, ma per alcune può trasformarsi in un nemico innescando varie reazioni a catena nel sistema di difesa.

Il risultato? L’organismo reagisce provocando nel giro di pochi minuti prurito, starnuti, irritazioni oculari, o, in casi gravi, una reazione violenta.

I funghi: proprietà e valori calorici

I funghi sono importantissimi nella dieta perchè contengono diverse proteine e vitamine. Non solo. Infatti sono una fonte incredibile di minerali utili e essenziali per la salute. Troviamo il fosforo che aiuta a formare le ossa, il selenio e il rame che sono dei minerali antiossidanti e il potassio che serve a mantenere un regolare ritmo cardiaco.

Si tratta di un prodotto disponibile durante tutto l’anno; infatti anche quelli secchi o surgelati sono ottimi da cucinare (rispetto a quelli freschi perdono un po’ di profumo). Quelli freschi andrebbero consumati entro le 24 ore dalla raccolta.

La dieta flexitariana

 Il numero dei vegetariani in tutto il mondo è in costante aumento ed è difficile riuscire a quantificarne il numero esatto.
All’interno di chi si definisce vegetariano dobbiamo annoverare anche i cosiddetti flexitariani; si tratta di un termine coniato negli anni ’90 e può essere considerato come uno stile di vita alimentare piuttosto che una dieta.

In sostanza chi decide di seguire una “dieta flexitariana”  al consumo preminente di frutta e verdura, abbina sporadicamente (circa una volta alla settimana) carne o pesce . Quindi mangiare flexitariano significa essere flessibili. Questo termine, stando a quanto riportato nel web, fu coniato per la prima volta nel “lontano” 1992 da Helga Morath e fu usato per descrivere un menu particolare ed eclettico, servito in un ristorante del Texas.