Dieta per rinforzare le difese immunitarie (1)

di Siry 1

Questo è il periodo in cui i virus sono più pericolosi. La prima mosse per difendersi  è giocare d’anticipo, rafforzando il sistema immunitario con una dieta mirata. Vitamine, sali minerali, sostanze antiossidanti, enzimi, acidi glassi: sono questi i migliori alleati, nu­trienti preziosi abbondantemente presenti nella frutta e nella verdura di stagione e poi nel pesce, nei ce­reali integrali, nei legumi. La dieta che rafforza le difese è normocalorica. Un programma troppo drastico non è infatti indi­cato per chi vuole rafforzare il si­stema immunitario perché obbliga ad attingere energia dai depositi adiposi, sottraendo così una parte di carburante anche alle cellule immunitarie.

D’altro canto è bene evitare anche l’eccesso opposto: troppe calorie obbligano l’organi­smo a un surplus di lavoro, fanno accumulare chili di troppo, affati­cano gli organi interni. La conse­guenza è un malessere generale, che indebolisce le difese. L’organismo deve essere messo nelle condizioni di lavorare al meglio. Per questo tutti i nutrienti sono presenti, i menù sono vari ed equilibrati, l’apporto calorico è soddisfacente. Agrumi, peperoni, frutti di bosco, uva, radicchio, kiwi giallo, cipolla rossa, zucca, carote sono fonte di vitamina C e di altri antiossidanti come i bioflavonoidi e gli antociani, che difendono l’organismo dalle malattie.

Rafforzano il sistema im­munitario e, se proprio non posso­no evitare che una persona si am­mali, aiutano a contrarre le infezioni più leggere e a riprendersi prima. Peperoncino, zafferano, curry, zen­zero non solo scaldano e regalano a tutti i piatti una nota di sapore, ma forniscono vitamina C e svolgo­no un’azione antimicrobica, disin­fettando l’organisnio. La sua funzione di difesa dalle ma­lattie è dovuta soprattutto alla presenza degli acidi grassi omega 3 e omega 6, che favoriscono il buon funzionamento del sistema nervo­so e immunitario, migliorando la funzionalità delle sinapsi, i punti di collegamento tra le cellule nervo­se.

Di conseguenza, diventano più immediati anche i segnali tra corpo e cervello: se, per esempio, nel corpo sono penetrati dei virus e c’è bisogno di una risposta immunita­ria, questa si attiva prima. I frutti di mare sono una buona fonte di vitamina B12 e contengono cloro, sodio e zinco, sostanze che garantiscono l’idratazione di tutte le cellule, an­che quelle del sistema immunitario. Quando le cellule sono ben idrata­te, funzionano meglio. Cereali integrali e legumi contengono vitamine del gruppo B che svolgono un effetto stimolante verso il sistema immunitario. Inol­tre, sono ricchi di proteine vegetali, importanti per la costituzione dei tessuti e sono tanto più utili se as­sunti insieme, in piatti unici come risotto integrale alle lenticchie, pa­sta ai fagioli e ceci, riso con piselli e verdure.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>