Sette regole per tornare in forma

di Mariposa Commenta

In questi giorni abbiamo spesso parlato di strategie per tornate in forma. Dopo le vacanze di Natale è abbastanza normale: ci sono i chili delle feste da smaltire e soprattutto i propositi per l’anno nuovo da realizzare. Ciò che conta è non perdere l’entusiasmo a metà gennaio, ma con un po’ di costanza seguire un programma serio e strutturato.

Esistono sette step da seguire per rimettersi in forma. Queste regole sono state elaborate dopo che un gruppo di casalinghe americane di FlyLady (dove Fly significa Finally loving yourself, ama finalmente te stessa)  ha iniziato l’anno trasferendo il loro metodo degli step quotidiani dalla cura della casa alla cura del corpo.

Se volete rimettervi in forma, imparate a memoria queste sette regole. Fatele vostre, sentitele come fossero l’unica vostra filosofia di vita. Non sarà poi così tremendo. Ci vuole solo un po’ di disciplina e di convincimento.

  1. Porzioni distorte. Non so se lo avete notato, ma i piatti di oggi sono più grandi di quelli usati 40 anni fa, quindi usate quelli da dessert per formulare le porzioni. Si prende il piatto, lo si divide idealmente a metà: in una metà va frutta e verdura, l’altra la si divide ancora in due. Un quarto è per i carboidrati (patate, pasta o riso integrali), l’altro per le proteine (pollo, pesce, formaggi magri). Eliminate così la bilancia.
  2. Menù pianificati. Bisogna mangiare con un po’ di cura, studiando il proprio menù. Predisporre alcuni snack o spuntini sani (frutta, yogurt, fibre) per i momenti critici. Se salta la pianificazione, fallisce l’intero piano. È anche ovvio che sia così perché non avete rispettato le regole del gioco.
  3. No ai cibi conservati. Evitare il cibo in scatola, mentre bisogna favorire piatti cucinati in casa e verdura e frutta di stagione.
  4. Meno proteine e ben selezionate. Limitare la carne rossa e favorire il pesce e i legumi.
  5. Stop alle bibite gassate. Sono piene di zuccheri, calorie e spesso caffeina. Molto meglio il consumo di acqua e di tè verde.
  6. Qualità invece di quantità. Può costare un po’ di fatica, ma bisogna comprare materie prime di qualità e soprattutto evitare i prodotti pronti.
  7. Regola del 90/10. È una sorta di rapporto che indica, mangiare sano il 90% del tempo, strappi concessi per il restante 10%.

[Fonte: Corriere]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>