Quali sono i cibi che fanno invecchiare?

 

Per mantenersi giovane bisogna fare molta attenzione alla dieta: esistono dei cibi che favoriscono l’invecchiamento: il dottor Ariel Ostad dell’American Academy of Dermatology,  ne ha individuati ben 14! Quali sono? In testa c’è lo zucchero e il relativo abuso, che oltre a favorire l’insorgere di rughe e demenza senile, rovina anche i denti.

 

La dieta per smettere di fumare

Chi ha il vizio del fumo le prova veramente di tutte per smettere; lasciate perdere i rimedi miracolosi: per smettere di fumare servono molta determinazione, capacità di autocontrollo e un’alimentazione mirata. Proprio così: mangiare alcuni cibi può aiutare a limitare la voglia di fumare.

Antiossidanti, i dieci alimenti che ne sono più ricchi

I radicali liberi sono la causa principale dell’invecchiamento precoce: per combatterli ci vengono in aiuto gli antiossidanti, delle sostanze che rallentano il processo ossidativo nel quale le cellule vengono attaccate in modo irreversibile accelerando il processo di invecchiamento, oltre a esporre l’organismo ad alcune malattie. Ecco perché è importante conoscere gli alimenti che contengono sostanze antiossidanti: includendoli nella dieta si può proteggere l’organismo dall’azione dei radicali liberi.

L’olio di oliva aiuta a combattere l’invecchiamento cerebrale

I benefici dell’olio d’oliva sono ormai noti a tutti, ma questo prezioso alimento non smette di sorprendici con le sue molteplici proprietà salutari: secondo uno studio condotto dal Cnr di Roma, l’olio d’oliva sarebbe utile per contrastare l’invecchiamento cerebrale. Una scoperta che va ad aggiungersi a tutte quelle che mostrano i vantaggi dell’usare questo olio come condimento.

La dieta per rimanere giovani

 Una cosa è certa: volenti o nolenti non è possibile fermare il tempo e non invecchiare, ma almeno si può provare a ritardare gli effetti degli anni che passano; per rimanere giovani non serve ricorrere a qualche misteriosa pozione magica, basta solo scegliere gli alimenti giusti e introdurli nella dieta; potrete osservare, così, benefici a livello generale ma anche specifico a seconda dei nutrimenti che assumerete.

Esperidina, naturale elisir di bellezza

 L’esperidina è un antiossidante della famiglia dei flavonoidi (vitamina P), composti chimici di origine naturali, molto importanti per la salute del corpo e per la bellezza.  Si trova in grandi quantità soprattutto nella buccia degli agrumi ed è presente anche nelle foglie, in concentrazioni minori.

I radicali liberi possono contrastare l’obesità

Vi siete mai chiesti perché ci sono dei momenti della vita in cui si perde il controllo della fame? A volte si tende a mangiare troppo, spinti solo dalla necessità di riempirsi. Poi ci sono delle fasi in cui lo stomaco sembra completamente chiuso e non si riesce a consumare un pasto nel modo corretto.  Si chiesti questa cosa i ricercatori della Yale School of Medicine che hanno analizzato le cause che portano al diffondersi di obesità e diabete.

Il tè oolong aiuta a perdere peso

Se siete sempre alla ricerca di qualche nuova idea per dimagrire, vi può essere utile conoscere le virtù del tè oolong che, grazie alle sue proprietà benefiche e bruciagrassi, è un ottimo alleato per la salute e per la linea.

La frutta sottovuoto contiene più antiossidanti

Mangiare frutta fa bene alla salute, ma anche nella scelta tra mela, albicocca, papaya e banana è importante seguire qualche regola. Per esempio, gli esperti sostengono che la migliore sia quella di stagione, possibilmente a chilometro zero.  Ora però un nuovo studio ha dimostrato che quella conservata sottovuoto abbia più antiossidanti.

Uova, una miniera di antiossidanti

Le uova di gallina, sono ricche di antiossidanti. A sostenerlo, è una ricerca dell’Università di Alberta in Canada, diretta dai dottori Wu Jianping, Andreas Schieber, Chamila Nimalaratne e Daise Lopes-Lutz e pubblicata su “Food Chemistry”.

La frutta secca aiuta a prevenire tumori e diabete

La frutta secca, regina indiscussa delle festività natalizie oramai lontane, è un toccasana per il cuore e per le arterie, ma è anche un’alleata preziosa contro i tumori e il diabete. A sostenerlo, sono un gruppo di ricercatori del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, ma anche uno studio dell’American Association for Cancer Research.

Il team di studiosi americani, infatti, durante la conferenza Experimental Biology 2011 che si è tenuta a Washington D.C., ha dimostrato non solo che i pistacchi sono meno calorici di quanto generalmente si creda, ma sono anche in grado di ridurre il rischio di sviluppare patologie a carico del sistema cardiovascolare, e secondo i ricercatori basterebbe una porzione di pistacchi (43-85 grammi) al giorno.

Scegliere gli alimenti giusti per la salute degli occhi

 Gli occhi sono tra le parti più delicate del nostro corpo maggiormente esposti a rischi provenienti dall’esterno (polvere, inquinamento, raggi solari, ecc.) e dall’interno (pressione alta, problemi al fegato, ecc.). Essi sono tra gli organi che segnalano immediatatamente problematiche fisiche, infatti, attraverso un esame oculare è possibile individuare malattie quali: disturbi tiroidei, itterizia, ipertensione, diabete, ecc. 

Con il processo di invecchiamento, gli occhi indeboliscono le proprie difese naturali e possono andare incontro ad una serie di problematiche che talvolta possono limitare e influenzare negativamente la vita della persona. Alcune parti dell’occhio, con l’avanzare dell’età, richiedono un aiuto che possiamo fornire attraverso il consumo di alcuni cibi che contengono sostanze importanti per la loro salute.

I polifenoli della mela allungano la vita

Per vivere a lungo basta una mela. È una credenza popolare che da sempre accompagna la tavola degli italiani. Gli esperti della Chinese University di Hong Kong hanno però verificato scientificamente che gli antiossidanti presenti nella mela, i famosi polifenoli, sono davvero in grado di allungare la vita. Insomma, “Una mela al giorno, toglie il medico di torno” non è più solo un detto, ma una certezza.

Lo studio si è svolto sui moscerini della frutta e i ricercatori sono riusciti a scoprire che la vita di queste cavie può essere più lunga del 10% in più rispetto agli altri. Per giungere a questa tesi, hanno, infatti, scoperto che i polifenoli e altri antiossidanti sono stati in grado di invertire i livelli di sostanze biochimiche che si trovano generalmente nei moscerini molto vecchi.

Vino: benefici e calorie

 Il Vino, quale che sia il suo colore o la gradazione alcolica, è la bevanda maggiormente consumata a tavola. Ottimo in ogni occasione, il vino può essere consumato sia come bevanda sia come ingrediente in diversi piatti (primi piatti, carni rosse, pesce, ecc.). Ciò che lo rende una bevanda preferibile ad altre bevande alcoliche, è il suo essere buono e al contempo un alleato della salute, infatti, le sue proprietà lo rendono un vero toccasana per il nostro corpo.  

Proprietà del vino

Le sostanze contenute nel vino (tannini, polifenoli e flavonoidi) hanno proprietà antiossidanti che contribuiscono a contrastare i radicali liberi, maggiori responsabili dell’invecchiamento dei tessuti e delle problematiche cardiache.  Vari studi hanno dimostrato, infatti, che consumare quotidianamente un bicchiere di vino abbassa il rischio di infarto. L’alcool migliorerebbe il flusso del sangue all’interno delle coronarie. Un altro aspetto benefico del vino è legato alla digestione: l’alcool, stimolando la secrezione dello stomaco, aiuta a digerire meglio. I suoi componenti, procianidoli, svolgono un’azione protettiva sull’ulcera gastroduodenale.