Il piatto che assorbe i grassi e combatte l’obesità

Per contrastare il diffondersi dell’obesità, è stato inventato un innovativo piatto, che assorbe i grassi. Si chiama AbsorbPlate ed è realizzato in collaborazione con la Thai Healt Foundation. Grazie a centinaia di piccoli buchi sul fondo, il piatto riesce a trattenere molto del grasso in eccesso dal cibo, permettendo di “asciugare” fino a 7 millilitri di olio dalle pietanze e ridurre anche 30 calorie a ogni portata. Che sommate tra loro possono diventare fondamentali nel perdere peso. A patto ovviamente di seguire comunque una dieta varia e bilanciata.

I matrimoni infelici fanno ingrassare: i problemi di coppia fanno bruciare meno calorie

Per molto tempo si è detto che una vita di coppia serena tende a favorire i chili di troppo: convivere vuol dire cambiare ritmo e tendenzialmente si mangia di più. Non è quindi un caso che molti esperti consiglino ai coniugi di intraprendere un percorso di dieta insieme. Ora un nuovo studio aggiunge un po’ di sale al tema: chi ha un matrimonio infelice ed ha anche una storia di depressione rischia maggiormente di diventare obeso.

Contro l’obesità un nuovo intervento endoscopico

Quante volte abbiamo parlato di by pass gastrico? È una tecnica chirurgica  che permette di intervenire sullo stomaco riduce l’assorbimento del cibo che transita nelle vie gastro-intestinali. Questo era prima, ora c’è una nuova soluzione. Si tratta di Endobarrier, un dispositivo (un tubo di materiale plastico), che viene introdotto nel primo tratto del duodeno, e che costituisce appunto una barriera interna tra il cibo e la mucosa intestinale.

 

Obesità, la cura grazie ad una nuova proteina?

L’obesità è un problema serio e secondo i dati Istat oltre 4 milioni di italiani ne soffrono. Ma la soluzione potrebbe arrivare da una proteina denominata GDNF, che sarebbe in grado di aiutare il corpo ad evitare l’aumento di peso. A rivelarlo, uno studio condotto dal professor Simon Musyoka della Kenyatta University (KU) di Nairobi, in Kenya.

Dietologo improvvisato finisce in carcere: prescriveva diete da 500 calorie

Attenzione ai libri sulle diete anche se sono dei best sellers: potrebbero essere scritti da truffatori. Questo è il caso di Kevin Trudeau, sconosciuto da noi ma popolarissimo in America per aver scritto diversi libri su come perdere peso. In particolare, uno di questi volumi, intitolato “La cura per perdere peso che loro non vogliono farvi conoscere” ha scalato le classifiche di vendita negli Usa: peccato, però, che poi Trudeau sia stato giudicato un truffatore e condannato a dieci anni di carcere.

Zucchero in cibi e bevande, l’elenco delle aziende che l’hanno ridotto

Ridurre del 20-30% gli zuccheri dalla nostra alimentazione in modo da assumere meno calorie. La proposta arriva da un team di medici statunitensi che propone di abbassare del venti o del trenta per cento la quantità degli zuccheri contenuti nelle bevande e in alcuni prodotti come dolci e biscotti, il tutto per combattere l’obesità, una patologia che si sta allargando a macchia d’olio in tutto il mondo.

Expo Milano 2015, il grande evento dedicato alla sostenibilità e all’alimentazione

 

C’è molta attesa per l’Expo 2015, la grande fiera milanese dedicata alla tradizione e alla creatività. Questo evento avrà un focus sull’alimentazione, come settore in via di sviluppo, ma anche strumento per eliminare la fame, la mortalità infantile e la malnutrizione, problematiche che colpiscono 850 milioni di persone nel mondo. Se da un lato la carenza nutrizionale è la prima causa di morte nei Paesi sottosviluppati, l’obesità è una piaga che invece colpisce gravemente gli Stati più ricchi.

 

Obesità, quando lo stress viene sfogato sul cibo

Molto spesso tendiamo a mangiare in modo eccessivo non per fame o golosità ma perché siamo stressati o percepiamo un malessere che sfoghiamo sul cibo. La prima conseguenza di questo comportamento è l’obesità, una condizione che, secondo i dati Istat, è sofferta dal 10,1 per cento della popolazione italiana, ovvero da circa 6 milioni di persone.

Dieta della birra, scoperte le proprietà dimagranti di questa bevanda

Amate la birra ma non la bevete per paura di ingrassare? Sappiate che esiste una dieta dimagrante che ha la birra come protagonista! Non è uno scherzo, anche se si potrebbe pensarlo dato che la birra contiene diverse calorie oltre, naturalmente all’alcool. Eppure uno studio franco-americano ha dimostrato che la birra contiene una sostanza dalle proprietà dimagranti, utile per accelerare il metabolismo.

Contro obesità e sovrappeso il rimedio arriva dall’anemone di mare

 I rimedi per curare obesità e sovrappeso sono molti e spesso fantasiosi, come quello di cui vi parleremo nel post di oggi; attenzione, però: non si tratta dell’ennesima trovata di qualche guru della nutrizione ma di uno studio scientifico che, per quanto insolito è stato condotto da un team di scienziati statunitensi dell’Università della California. Dai risultati della ricerca è emerso che il veleno prodotto dall’anemone di mare è utile per dimagrire e combattere la sindrome metabolica.

Studiare a scuola la Dieta Mediterranea per combattere l’obesità

 Se l’educazione alimentare la studiassimo a scuola? Pensate al calendario delle lezioni: matematica, italiano, storia e alimentazione. Potrebbe sembrare strano, ma potrebbe anche essere un modo per sensibilizzare i ragazzi. La proposta arriva da Vito Amendolara, neo presidente dell’Osservatorio regionale della Campania per la Dieta Mediterranea.

Qualche chilo in più fa bene alla salute

 Quante volte abbiamo detto che mantenere il peso forma non è solo una questione estetica, ma una necessità per conservarsi in salute il più a lungo possibile? Ora sembra essere arrivato lo studio che rivoluzionerà, almeno in parte, questo pensiero. Un’ampia ricerca revisionale sostiene che qualche chilo in più, ovvero un moderato sovrappeso, non aumenti il rischio di morte.

Concepimento e introito calorico, attenzione ai comportamenti alimentari sbagliati

 Quello che mangiamo si ripercuote sulla salute dei figli, già al momento del concepimento; ma non solo: anche farmaci, radiazioni, fattori chimici e stress. A sostenerlo è Liberio Stuppia, genetista dell’università di Chieti che ha esposto questa scoperta nel corso del X Congresso della Società italiana di Andrologia e medicina della sessualità. Tra i tanti fattori che influiscono durante il concepimento sulla salute del bambino, l’alimentazione è quello principale.

Gotta, oltre 5 milia italiani soffrono di questa malattia

 Altro che malattia scomparsa, la gotta torna a colpire in Italia con numeri decisamente allarmanti. 500 mila italiani soffrono di gotta e, secondo gli esperti, questo numero potrebbero aumentare. La gotta, che una tempo era definita “la malattia del Re” perché colpiva chi poteva permettersi di mangiare tanto, oggi, invece, colpisce soprattutto le persone con un basso livello di istruzione e di occupazione e che si alimentano in maniera errata.

Il tè nero riduce il rischio diabete

 Il tè nero contrasta il diabete. Secondo un recente studio, realizzato dal Data Mining International di Ginevra, nei paesi in cui si consuma questo prodotto è più basso il tasso relativo alla diffusione del diabete di tipo 2 nella popolazione.  La ricerca ha preso in considerazione 50 Stati e ha stilato un modello matematico per stimare quanto il tè nero avesse un impatto sulle malattie e sulla salute in generale.