Concepimento e introito calorico, attenzione ai comportamenti alimentari sbagliati

di Daniela Commenta

 Quello che mangiamo si ripercuote sulla salute dei figli, già al momento del concepimento; ma non solo: anche farmaci, radiazioni, fattori chimici e stress. A sostenerlo è Liberio Stuppia, genetista dell’università di Chieti che ha esposto questa scoperta nel corso del X Congresso della Società italiana di Andrologia e medicina della sessualità. Tra i tanti fattori che influiscono durante il concepimento sulla salute del bambino, l’alimentazione è quello principale.

Le ultime scoperte in fatto di epigenetica, la disciplina che studia come l’ambiente possa modificare le attività del patrimonio genetico e come questi fattori influiscano in modo particolare sugli spermatozoi, parlano chiaro: uomini che, al momento del concepimento, mangiano troppo espongono i figli al rischio di sviluppare, durante la vita, obesità e malattie cardiovascolari, mentre padri che mangiano troppo poco li espongono al rischio di sviluppare disturbi comportamentali e malattie mentali.

Nel corso del X Congresso della Siams, il dottor Stuppia ha spiegato che le abitudini alimentari dei genitori influiscono sulla salute dei figli, ma non solo: anche lo stress è un fattore di cui tenere conto: genitori molto stressati al momento del concepimento potrebbero alterare la genetica dei nascituri, proprio come quelli che hanno comportamenti alimentari sbagliati.

Il dottor Stuppia ha spiegato anche come l’eccesso di cibo, sia qualitativo che quantitativo, andrebbe a incidere sui geni coinvolti nel metabolismo dell’insulina. A incidere, però, non sono tanto le abbuffare periodiche o le diete sporadiche, quanto le condizioni continuative nel tempo, ossia la tendenza quotidiana a mangiare troppo, o troppo poco, e male. Le ricerche attuali si basano soprattutto sulla quantità di calorie, evidenziato un introito eccessivo rispetto alla quantità ritenuta sana.

Attenzione, quindi alle vostre abitudini alimentari, se state provando ad avere un figlio, in quanto la quantità e la qualità di quello che mangiate potrebbe ripercuotersi sulla salute dei nascituri.

 

[Fonte]

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>