Obesità, la cura grazie ad una nuova proteina?

di Tippi Commenta

L’obesità è un problema serio e secondo i dati Istat oltre 4 milioni di italiani ne soffrono. Ma la soluzione potrebbe arrivare da una proteina denominata GDNF, che sarebbe in grado di aiutare il corpo ad evitare l’aumento di peso. A rivelarlo, uno studio condotto dal professor Simon Musyoka della Kenyatta University (KU) di Nairobi, in Kenya.

La ricerca conferma l’esito di altri studi condotti in precedenza, che avevano dimostrato come livelli elevati di tale proteina possano nei modelli animali portare alla perdita di peso e alla prevenzione dell’obesità legata all’età tipica di alcuni primati. Il professore della Kenyatta University ha voluto esaminare come le GDNF siano in grado di influenzare positivamente l’obesità causata da una dieta ricca di grassi.

La sperimentazione è avvenuta su base animale e ha messo a confronto 2 gruppi di roditori a cui sono stati forniti due differenti tipi di dieta, una classica con il 6% di grassi e una più forte con il 34% di grassi. In questo modo è emerso come i topi del gruppo GDNF quando venivano nutriti con molti grassi non sono aumentati di peso, non si è formato grasso addominale; non sono aumentati i lipidi a livello ematico; non sono stati colpiti da steatosi (fegato grasso) e non hanno avuto problemi di insulino-resistenza. Al contrario, è persino migliorata la sensibilità all’insulina e il numero di calorie bruciate.

Come ha dichiarato il professore keniota:

I nostri risultati mostrano come GDNF possa causare un aumento del consumo di calorie in entrambe le cellule di grasso bruno e bianco e nel tessuto muscolare. La ricerca suggerisce che tale proteina e i suoi recettori possono essere obiettivi unici ed efficaci per la prevenzione dell’obesità e delle terapie di trattamento”.

 Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>