Stress da rientro? Combattilo con il salmone

Secondo i sondaggi, un italiano su dieci soffre di stress da rientro dalle vacanze, che causa cattivo umore, dolori muscolari, mal di testa e insonnia. I motivi? Il fisico e la mente faticano a riabituarsi alla fine delle ferie e a riprendere la quotidiana routine. Questo malessere si può combattere anche a tavola con una dieta sana, ricca di acidi grassi omega 3.

Gli esperti affermano che queste sostanze sono in grado di combattere lo stress dall’interno, aumentando le difese naturali dell’organismo e favorendo l’efficienza del sistema nervoso centrale: esercitano, infatti, una funzione antidepressiva, regalano una maggiore lucidità mentale, migliorano l’umore e aumentano l’energia psicofisica. Via libera, quindi al pesce due o tre volte la settimana, in particolare quello grasso, l’unico in grado di aumentare la concentrazione di omega 3 nel sangue. Ad esempio, una porzione di salmone fresco da 150 g. apporta circa 2,5 g. di omega 3 cinque volte in più rispetto alla razione giornaliera consigliata.

Il salmone contiene anche molte proteine e notevoli quantità di vitamina D, utile a favorire la mineralizzazione dello scheletro e l’assorbimento del calcio, ed è quindi efficace a prevenire l’osteoporosi. Gli omega 3 e i grassi polinsaturi del salmone aiutano ad abbassare il livello del colesterolo totale, ma ad aumentare il livello di quello cosiddetto “buono”, cioè efficace sul sistema cardiovascolare.

Gli acidi grassi omega 3 hanno un’importante funzione nella protezione delle membrane cellulari, cioè sono utili nel ritardare i segni dell’invecchiamento. Qualche esempio? Pelle più idratata, liscia e luminosa, diminuzione delle desquamazioni cutanee e, per chi ne soffre, degli effetti della psoriasi.

Lascia un commento