Stress da rientro, i consigli alimentari per tornare al lavoro

di Mariposa Commenta

È ufficiale le vacanze, per la maggior parte delle persone, sono finite e ora bisogna rimboccarsi le maniche. In questi giorni si parla ovunque di stress da rientro, ovvero quella condizione di leggera depressione che rende complicato il recupero delle abitudini e della routine. Oggi cerchiamo di sfruttare qualche consiglio alimentare per rendere più facile il ritorno alla realtà e ovviamente ritrovare il benessere psichico e fisico.

Vi ricordate la pubblicità di un tour operator di crociere che mostrava i turisti al rientro dalla vacanza, piangenti e disperati, perché avrebbero tanto voluto riprendere il mare? È un po’ questa l’immagine che dobbiamo avere, anche se poi questo tipo di stress si manifesta con irritazione, difficoltà a dormire, umore pessimo, insoddisfazione e spesso inappetenza. Fate conto che questa sindrome, secondo l’Istat, colpisce il 10% della popolazione e anche i bambini.

La prima cosa da fare è non immergersi all’improvviso nel lavoro: non passare da una cosa all’altra. In vacanza avrete sicuramente preso l’ottima abitudine di fare un po’ di movimento (magari anche solo nuotare se siete andati al mare). Benissimo, mantenete il ritmo, magari iscrivendovi in palestra o andando un po’ in piscina. Per dormire bene è importante fare ginnastica e stancare il corpo, non solo la mente.

L’alimentazione deve poi modificarsi. Teniamo conto che stiamo camminando verso l’autunno e che avremo sicuramente bisogno di più energia mentale, anche per scuola e lavoro.  La dieta deve essere organizzata così: il 50-60% delle calorie deve venire dei carboidrati, il 30% dai grassi e il 12-15 dalle proteine. Inoltre, è importante bilanciare correttamente i giusti apporti di fibra, vitamine e sali minerali e continuare a mangiare frutta e verdura.

Non “strafogatevi” a tavola o farete difficoltà a digerire. Ciò può provocare un calo di attenzione, ma anche la difficoltà a dormire. Molto meglio mangiare poco e di frequente. Poi, è importante stare attenti alla colazione. È un pasto a tutti gli effetti e dovrebbe fornire il 20% delle calorie della giornata.  Svegliamoci qualche minuto prima e concediamo un po’ di tempo a questo momento.

[Fonte: Adnkronos]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>