Le sostanze per una tintarella al top

Con il gran caldo e la bella stagione iniziano i primi week end al mare e con essi la tanto sospirata tintarella. Per avere un’abbronzatura dorata e senza rischi, l’alimentazione può venirci in aiuto: basta sapere quali sono le sostanze che aiutano ad sfruttare il meglio dei raggi UV.

Il betacarotene fa parte della famiglia dei carotenoidi, i pigmenti responsabili del colore  rosso-arancione di frutta e verdura e dei vegetali verde scuro; è un precursore della vitamina A: significa che si trasforma in questa sostanza quando l’organismo ne ha bisogno. È un potente antiossidante e stimola la riparazione dei tessuti, insieme alla melanina, prodotta dall’organismo, ti regalo una tonalità dorata.

Il retinolo è presente in natura negli alimenti di origine animale; oltre a essere indispensabile per la visione  notturna, protegge le mucose, i tessuti e aiuta a prevenire l’invecchiamento precoce. La vitamina C è chiamata anche acido ascorbico, ed è una vitamina idrosolubile (cioè non si accumula nell’organismo), e serve a neutralizzare gli agenti ossidanti, ad aiutare la formazione del collagene, protegge i capillari e regola la formazione di melanina.

La vitamina E è tra le vitamine più potenti contro i radicali liberi; come la A è liposolubile, cioè viene assorbita con i grassi e si accumula nel fegato; aiuta  a mantenere l’integrità delle cellule prevenendo i danni causati dal sole. Gli omega 3 sono tra i più importanti acidi grassi polinsaturi presenti negli alimenti di origine animale e negli oli vegetali; anche queste sostanze svolgono un ruolo fondamentale nella sintesi del collagene e dell’elastina, rendendo la pelle più forte e tonica.

Lo zinco è un minerale presente in tutte le cellule, favorisce la formazione degli enzimi, cioè le sostanze responsabili delle reazioni biochimiche, e permette l’assimilazione delle vitamine; protegge la pelle e stimola la guarigione di ferite e ustioni. Anche il selenio è un minerale importantissimo, perché rafforza il sistema immunitario e svolge un’azione antiossidante; il selenio è utile per conservare l’elasticità dei tessuti e difendere la cute dai raggi ultravioletti.

Il licopene appartiene alla famiglia dei carotenoidi e ha la peculiarità di non temere il calore, anzi: le alte temperature lo rendono maggiormente assimilabile. Secondo alcuni studi, se consumato in abbondanza, aumenta la protezione nei confronti dei danni causati dalle radiazioni solari.

2 commenti su “Le sostanze per una tintarella al top”

Lascia un commento