Digerire il pranzo di Natale

Anche il pranzo del Natale 2010 è volato via lasciandoci con un senso di pesantezza, un senso di affaticamento da maratoneta arrivato al traguardo. Qualcuno forse è riuscito a limitare i danni alla linea, qualcun’altro ha ceduto in chiusura, magari con una deliziosa porzione di dessert o con una grande e soffice fetta di panettone farcito, alcuni si saranno ripetuti, tra una pietanza e l’altra, “ma che importa dopotutto domani è un altro giorno!”

Insomma le reazioni al pranzo di Natale, come ogni anno, sono diverse per abbuffate e per sensi di colpa. Ma come possiamo rimediare? Come possiamo eliminare i fastidi di stomaco che il pranzo ci ha lasciato nel corpo? Un errore da evitare è sicuramente il consumo di amaro che di certo non è utile per la digestione. E’ bene invece scegliere le tisane quali per esempio: tisane depurative, tisane digestive, tisane diuretiche, ecc. 

Di seguito vorrei consigliarvi alcune tisane che possono fare al caso vostro:

  • tisane che aiutano a digerire: se dopo il nostro pranzo natalizio abbiamo problemi digestivi quali gonfiore addominale, crampi allo stomaco o dolori diffusi allo stomaco possiamo optare per una miscela composta da liquirizia (radice), ribes nero, radice di altea e melissa. 
  • tisana per dormire bene: per combattere i disturbi del sonno che, inevitabilmente, fanno la loro comparsa dopo pasti abbondanti è consigliabile l’uso di tisane che aiutano a dormire. Tra le tisane consigliate abbiamo una miscela di fiori di lavanda, fiori di tiglio, foglie di melissa, fiori di camomilla, semi di finocchio.

Attenzione inoltre alla cena di natale che è spesso sottovalutata, infatti sono tante le persone che la sera fanno qualche assaggino nella tarda serata ritornando spesso sugli avanzi del pranzo di Natale. Se proprio non potete fare a meno di mangiare la sera del 25 Dicembre cercate almeno di consumare cibi dalle proprietà digestive. Tra questi cibi abbiamo: finocchio, carciofo, crusca, cavolo.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento