Niente carciofi per chi soffre della sindrome del colon irritabile

di Daniela Commenta

Vi abbiamo già parlato delle tante proprietà del carciofo, un alimento sano che può essere consumato sia crudo che cotto; da crudo può essere mangiato semplicemente condito con un po’ di limone e di olio, mentre da cotto si presta per essere preparato i veri modi tutti molto gustosi, anche se, alcuni studi hanno dimostrato che il carciofo crudo è più digeribile di quello cotto.

Insomma, il carciofo possiede moltissime proprietà, tanto da essere diventato protagonista di una dieta, la dieta a base di carciofi, eppure per alcune persone non è affatto salutare. Infatti per chi soffre di SIL, la Sindrome dell’intestino irritabile, il carciofo può diventare una presenza non proprio gradita nella dieta di tutti i giorni.

Questo ortaggio è controindicato per le persone che hanno problemi di colon irritabile e che soffrono di infiammazioni del tratto terminale dell’intestino, a causa della presenza di fibre insolubili che possono creare fastidi e coliche.

I carciofi sono da escludere anche da chi soffre di diverticolite, in quanto potrebbero peggiorare una situazione già difficile a livello intestinale; niente carciofi anche per le donne che allattano perché disturbano la produzione di latte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>