L’olio di ulivo di Java contro il grasso addominale

di Tippi 2

L‘olio di ulivo di Java, aiuta a ridurre il grasso addominale, tenendo lontano anche il rischio di diabete e di obesità. La buona notizia arriva da una ricerca dell’Università del Missouri, diretta dal professor Jim Perfield e presentata al recente Diabetes, Insulin Resistance and Metabolic Dysfunction Symposium tenutosi a Keystone, nel Colorado.

Il grasso addominale, non è solo antiestetico da vedere, ma è in grado anche di favorire la comparsa di diverse patologie, da quelle a carico del sistema cardiovascolare all’obesità. L’olio sterculico, comunemente definito olio di ulivo di Java, deriva dai semi dell’albero tropicale Sterculia Foetida ed è stato oggetto di studio dei ricercatori del Missouri poiché il suo alto contenuto di acidi grassi potrebbe aiutare a combattere il grasso addominale ed inibire l’azione di un particolare enzima legato alla resistenza insulinica.

Il test è stato condotto su topi geneticamente modificati in modo da aumentarne il grasso addominale. Le cavie sono state divise in 2 gruppi, al primo è stata assegnata un’alimentazione di base associata ad olio sterculico, mentre al secondo gruppo è stata assegnata la sola alimentazione di base. I risultati dell’esperimento hanno dimostrato come solo il il primo gruppo di topi avesse ottenuto una riduzione del grasso addominale e un minor rischio di diabete.

Il grasso addominale, è strettamente correlato ad alcune malattie come l’obesità, il diabete, l’insulino-resistenza, aumentando i rischi anche per l’apparato cardiovascolare. L’utilizzo dell‘olio di ulivo di Java, perciò, potrebbe essere un’ipotesi interessante, e se confermata da ulteriori studi, potrebbe rivoluzionare il modo di affrontare le patologie legate all’obesità e al sovrappeso.

Il professor Perfield ha spiegato che:

questa ricerca apre la strada per un potenziale utilizzo dell’olio sterculico sugli esseri umani, visti i risultati positivi ottenuti sulle cavie animali. Inoltre la riduzione del grasso addominale, attraverso l’olio di ulivo di Java, potrebbe essere la giusta chiave per ridurre il rischio di malattie gravi associate ad obesità e sovrappeso.

Commenti (2)

  1. ah certo…è proprio il caso di crerare topi geneticamente modificati e farli ingrassare enormemente (per poi ucciderli tutti quanti – anche quelli magri- a fine esperimento) al solo scopo di fare ricerche del genere ed arrivare a questi risultati illuminanti…MA ANDATEVE A FARE IN C!!!

    1. Sono contraria quanto te agli esperimenti condotti sugli animali. Ma in questo sito si riportano news, esiti di ricerche, ecc. Poi, ognuno è libero di pensarla a proprio modo, senza il bisogno di dover offendere a tutti i costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>