Gli alimenti con indice glicemico più basso

 

L’indice glicemico degli alimenti è un valore che indica la velocità con la quale gli zuccheri vengono assorbiti nel sangue; ad un indice glicemico alto corrisponde, quindi un’impennata della glicemia che a lungo andare può portare al diabete e a patologie come l’obesità. Quali sono gli alimenti con un indice glicemico basso da includere nella dieta? Scopriamolo in questo post.

Dieta vegetariana e diabete: è un connubio possibile?

Diabete e dieta vegetariana è un binomio possibile; chi è diabetico deve prestare molta attenzione all’alimentazione eppure, nonostante le difficoltà iniziali legate al rapporto con i carboidrati e le fibre, non è impossibile seguire una dieta vegetariana, a patto di seguire alcune accortezze.

La dieta a Km 0 per la cura del diabete

Ortaggi, verdure a foglia verde, insieme a yogurt e formaggi freschi fermentati sono un vero toccasana per il diabete. È quanto emerso nel corso del meeting Easd 2013 che si è tenuto in questi giorni a Barcellona. Ad illustrare il potere “curativo” degli alimenti contro questa malattia è stata Rosalba Giacco, primo ricercatore presso l’Unità di nutrizione umana e metabolismo dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione Cnr di Avellino e membro del Consiglio Direttivo della Società italiana di diabetologia (Sid).

Dall’aceto un aiuto per tenere sotto controllo la glicemia

 Insieme all’olio, uno dei condimenti più famosi è l’aceto, un prodotto che viene usato fin dall’antichità sia a scopo medicinale che per insaporire i piatti. All’aceto vengono attribuite diverse proprietà benefiche, tra le quali che sia in grado di agire sugli accumuli di grasso, che possegga facoltà antitumorali e che sia utile per tenere sotto controllo la glicemia; in particolare, quest’ultima proprietà è stata protagonista di uno studio scientifico condotto da un gruppo di ricercatori coreani.

Farina di Guar, utile per dimagrire e per chi ha il diabete

 Guar è il nome che si usa comunemente per indicare  una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Leguminose, originaria dell’India ma coltivata anche in Pakistan, in Cina e negli Stati Uniti che produce dei semi dai quali si ricava la farina di guar, chiamata anche gomma di guar, un prodotto dalle diverse proprietà.

Il tè nero riduce il rischio diabete

 Il tè nero contrasta il diabete. Secondo un recente studio, realizzato dal Data Mining International di Ginevra, nei paesi in cui si consuma questo prodotto è più basso il tasso relativo alla diffusione del diabete di tipo 2 nella popolazione.  La ricerca ha preso in considerazione 50 Stati e ha stilato un modello matematico per stimare quanto il tè nero avesse un impatto sulle malattie e sulla salute in generale.

I legumi mantengono sotto controllo l’indice glicemico

 Semaforo verde per i legumi nella dieta: secondo gli esperti sono l’ideale per tenere sotto controllo la glicemia, il diabete e per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Il consiglio proviene dai ricercatori dell’Università di Toronto e dell’Ospedale S. Michele in Canada che hanno anche pubblicato i risultati dello studio sull’Archives of Internal Medicine di JAMA

La melatonina previene il diabete e l’obesità

 Il sonno è strettamente legato al peso forma. Non è la prima volta che uno studio mette in relazione i ritmi circadiani, ovvero quella sorta di orologio biologico che abbiamo dentro di noi e che ci permette di alternare con regolarità la veglia al sonno, e l’obesità. Sembrerebbe, infatti, che dormire male possa influenzare i chili di troppo. Gli studiosi dell’Università di Granada sono giunti però a conclusione che l’aumento di peso dipenda dalle quantità di un ormone, la melatonina.

Dieta TLC per i diabetici, come funziona

 La dieta TLC, acronimo di Therapeutic Lifestyle Changes, più che essere un regime dimagrante è un approccio metodologico per ridurre il colesterolo “cattivo”, ed è particolarmente indicata per chi soffre di diabete. Le persone affette da questa patologia, infatti, hanno una maggiore probabilità di andare incontro a malattie cardiache e cardiovascolari.

Dolci per diabetici: torta di mele e noci

La torta di mele e noci è un dessert squisito, particolarmente indicato per chi soffre di diabete, ma è perfetto anche per chi segue una dieta ipocalorica e non può eccedere con gli zuccheri e i grassi. Ogni porzione, infatti, contiene solo 60 calorie.

L’obesità aumenta il rischio di morte prematura

 

L’obesità, sappiamo bene, che si tratta di un grave disturbo. Lo so che spesso su un sito come il nostro si cercano diete per perdere peso velocemente, ma la filosofia di Dietaland è quella di indicare i principi della corretta alimentazione, nel rispetto del corpo e della salute. Quindi l’obesità non è una questione estetica (almeno non solo), ma una condizione che può provocare gravi problemi nel corso della vita.

L’olio di ulivo di Java contro il grasso addominale

L‘olio di ulivo di Java, aiuta a ridurre il grasso addominale, tenendo lontano anche il rischio di diabete e di obesità. La buona notizia arriva da una ricerca dell’Università del Missouri, diretta dal professor Jim Perfield e presentata al recente Diabetes, Insulin Resistance and Metabolic Dysfunction Symposium tenutosi a Keystone, nel Colorado.

Litchi, calorie e valori nutrizionali

Il litchi, è un frutto esotico e come la gran parte degli agrumi, è originario della Cina, che assieme all’India, sono i maggiori produttori mondiali di questo particolare frutto, che vanta più di 40 varietà. Il litchi, ha una forma ovale, ed è ricoperto da una crosta sottile rossa quando il frutto è maturo. All’interno, invece, la polpa compatta, bianca traslucida e viscida ricopre un nocciolo piuttosto grosso simile a quello delle nespole. Il profumo del litchi ricorda molto quello dell’uva moscata e della rosa.

Il litchi è ricco di proteine, vitamine del gruppo B, fibre, carboidrati, zucchero, acido nicotinico e importanti minerali come potassio, rame, magnesio, fosforo, e calcio. Per quanto riguarda il suo valore calorico, 100 grammi di litchi forniscono circa 60 calorie.