La dieta dell’insalata

di Daniela 2

La dieta dell’insalata è l’ideale per chi soffre di stitichezza, di ritenzione idrica oppure ha la pelle secca ed opaca; l’insalata, infatti, è ricca di fibre che arrivano direttamente all’intestino aiutandolo nell’espletamento delle sue funzioni. L’insalata, inoltre, rallenta l’assorbimento degli zuccheri, è ricca di vitamine A, C ed E, possiede molti sali minerali, in particolare il potassio che combatte la ritenzione idrica, e contiene rame, zinco e selenio, elementi con una forte azione antietà.

Il pregio di questa dieta è che è facilissimo trovare in commercio diversi tipi di insalata: dalla lattuga in tutte le sue varianti, alla rucola, varietà ricchissima di vitamine A e C, di rame, ferro e magnesio. L’insalata, in più, è facile da preparare, ma affinché mantenga tutte le sue proprietà bisogna avere alcuni accorgimenti; innanzi tutto deve essere freschissima e di stagione, poi va lavata con molta cura, cambiando spesso l’acqua e facendo almeno due o tre risciacqui, avendo però l’accortezza di non lasciarla a lungo a mollo per non perdere le vitamine.

Un’altro accorgimento molto importante è quello di asciugare bene le foglie con un canovaccio, con la carta da cucina o con l’apposita centrifuga. La verdura va tagliata poco prima di essere servita in tavola per evitare di disperdere la vitamina C al contatto con l’aria, e va condita direttamente nel piatto per controllare meglio l’olio usato.

Il condimento è, infatti, un elemento importante per la riuscita di una salutare insalata; l’olio d’oliva contiene diverse calorie (90 calorie per 10 ml, circa un cucchiaio), quindi è necessario non abusarne, ma non va neanche eliminato del tutto perchè permette di assimilare importanti vitamine, è in più è ricco di acidi grassi utili per la salute.

Per quanto riguarda il sale, sarebbe meglio usare quello marino integrale al posto di quello raffinato perché contiene meno sodio, responsabile della ritenzione dei liquidi; a vostro piacere potrete condire l’insalata con aceto, succo di limone ed erbe aromatiche.

La dieta dell’insalata ho un apporto calorico giornaliero di circa 1.300 calorie e consente di perdere 4 chili in circa 4 settimane. La verdura costituisce la parte più abbondante del regime alimentare, mentre per quanto riguarda la carne e il pesce, bisogna scegliere la variante magra e non consumarli più di due volte a settimana; i carboidrati consigliati sono rigorosamente integrali, va abolito lo zucchero a favore del dolcificante ipocalorico e preferire la frutta fresca di stagione.

Schema settimanale della dieta dell’insalata

Lunedì
Colazione: una tazza abbondante di latte parzialmente scremato con 3 cucchiai di muesli
Spuntino: un bicchiere di spremuta di agrumi
Pranzo: insalata con legumi; 40 grammi di pane integrale e 200 grammi di frutta
Cena: antipasto di verdure crude in pinzimonio, 150 grammi di orata al cartoccio, condita con salsa di menta preparata con un cucchiaio di olio, succo di limone, insalata di indivia bollita; 200 grammi di frutta.

Martedì
Colazione: una tazza abbondante di latte parzialmente scremato, 3 fette biscottate integrali
Spuntino: 200 grammi di frutta
Pranzo: insalata con peperoni, 200 grammi di frutta
Cena: antipasto di verdure crude, 50 grammi di riso parboiled bollito e condito con due pomodori ciliegia, 75 grammi di verdure cotte miste, un cucchiaio di mais in scatola, qualche cappero, 200 grammi di frutta.

Mercoledì
Colazione: un vasetto di yogurt magro con 3 cucchiai di muesli
Spuntino: un bicchiere di spremuta di agrumi
Pranzo: 70 grammi di pasta integrale, condita con pomodoro fresco o passata a pezzettoni e rucola tritata, 200 grammi di frutta
Cena: insalata mista di radicchio rosso, pomodori e cetrioli, involtini di lattuga, 50 grammi di spinaci cotti al vapore, 200 grammi di frutta.

Giovedì
Colazione: una tazza abbondante di latte parzialmente scremato, 4 biscotti integrali
Spuntino: 200 grammi di frutta
Pranzo: insalata Nontaise, 40 grammi di pane integrale, 200 grammi di frutta
Cena: puntarelle di cicoria in pinzimonio, 50 grammi di pane integrale, 150 grammi di bistecca di manzo ai ferri, verdure grigliate.

Venerdì
Colazione: uno yogurt magro con 3 cucchiai di muesli
Spuntino: un bicchiere di spremuta di agrumi
Pranzo: riso con radicchio rosso di Treviso, 200 g di frutta
Cena: insalata mista di scarola, indivia e pomodori, 150 grammi di pesce spada alla griglia, melanzane grigliate.

Sabato
Colazione: una tazza abbondante di latte parzialmente scremato, 3 fette biscottate integrali
Spuntino: 200 grammi di frutta.
Pranzo: insalata a piacere, 200grammi di frutta
Cena: cruditè di verdure, minestrone di verdure con 30 grammi di legumi e 30 grammi di pasta o riso, 200 grammi di frutta.

Domenica
Colazione: un vasetto di yogurt magro e 3 biscotti integrali
Spuntino: un bicchiere di spremuto di agrumi
Pranzo: 30 grammi di pasta integrale condita con sugo di pomodoro e 50 grammi di piselli, 50 grammi di bresaola o prosciutto crudo con rucola, 200 grammi di macedonia di frutta di stagione
Cena: lattuga con due uova sode, spinaci o cavoli bolliti e 200 grammi di frutta.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>