5 alimenti che aiutano a sconfiggere la cellulite

La cellulite è il nemico numero uno delle gambe delle donne e in estate, purtroppo, l’emergenza buccia d’arancia è molto più di un’esigenza, è un vero problema. Come sapete la lotta a questo inestetismo va combattuta su più fronti: estetico, sportivo e alimentare. Ecco 5 cibi che possono migliorare la salute del nostro lato B.

Ritenzione idrica, la frutta estiva che aiuta a combatterla

Il primo modo per eliminare la ritenzione idrica e la cellulite è drenare i liquidi in eccesso; in estate la frutta ci viene in aiuto grazie alle sue proprietà dissetanti e al suo contenuto di vitamine, sali minerali ideali per idratare l’organismo e stimolare la diuresi.  Scopriamo, dunque, qual è la frutta estiva più efficace per combattere la ritenzione idrica.

Dieta di 1 giorno a base d’ananas per depurarsi e sgonfiarsi

Sgonfiarsi, depurarsi e soprattutto eliminare le tossine. Servono a questo le diete di 1 giorno, studiate appositamente per dare un po’ di respiro al nostro corpo, spesso sovraccaricato da un’alimentazione scorretta e da uno stile di vita frenetico. Un frutto molto adatto a questo piccolo regime alimentare è l’ananas, noto per essere ricco d’acqua, di vitamine, ipocalorico (40 calorie ogni 100 grammi) e per la sua azione diuretica.

La dieta contro la ritenzione idrica

 La dieta contro la ritenzione idrica è una dieta drenante e detossinante. È necessario quindi introdurre nella propria alimentazione tutti quegli alimenti che possono favorire la diuresi e migliorare la circolazione. Ricordiamo comunque che la dieta seppur importante, non è l’unico strumento efficace per combattere la cellulite. Bisogna, infatti, affiancare un regime alimentare sano e leggero anche un po’ di sport.

Ananas, calorie e valori nutrizionali

L’ananas è un frutto tropicale che viene consumato soprattutto durante l’estate, ed è molto apprezzato per le sue proprietà disintossicanti e digestive, in particolare dopo un pasto abbondante e ricco di proteine. Il merito è tutto della bromelina, un enzima in grado di rendere digeribili le proteine.

Ricette light: sorbetto di ananas e menta

Il sorbetto di ananas e menta è un dessert molto fresco e piacevole, soprattutto con l’avvicinarsi della bella stagione, quando il desiderio di cibi leggeri inizia a farsi sentire. Inoltre, essendo povero di calorie, è un ottimo dolce per chi segue un regime ipocalorico. Del resto, la dieta non deve essere intesa come un sacrificio, ma piuttosto come un un nuovo modo di alimentarsi più sano ed equilibrato.

L’ingrediente principe di questo delizioso sorbetto è l’ananas, un frutto ricco di acqua (90%), ma anche di sostanze nutritive come bromelina, vitamina A, vitamia C, vitamine del gruppo B, aminoacidi, proteine, minerali come calcio, magnesio, potassio e manganese.

L’ananas aiuta a combattere la cellulite

Lo sapevate che l’ananas, uno dei frutti più presenti sulla tavola delle feste, è un ottimo alleato nei processi di riduzione del peso corporeo e per eliminare la cellulite? Scopriamo insieme tutte le sue proprietà.

L’ananas contiene alcuni principi attivi, soprattutto enzimi ed acidi organici, che agiscono sui vasi sanguigni, riducendo alcune situazioni che possono provocare delle infiammazioni, accumuli di grasso e cellulite, oltre a fornire ottime dosi di potassio, una sostanza indispensabile per favorire la diuresi; inoltre, l’ananas contiene antiossidanti e vitamina C.

Ad intervenire come anticellulite è un enzima presente nell’ananas, la bromelina, che agisce come antinfiammatorio e decongestionate, tonificando e sciogliendo le zone colpite da cellulite; l’azione della bromelina va ad aggiungersi a quella degli acidi organici che contrastano l’accumulo dei liquidi. La bromelina può essere assunta sia mangiando semplicemente l’ananas, sia sotto forma di integratore e, in quest’ultimo caso, già dopo un mese è riscontrabile una diminuzione del giro coscia di circa due centimetri.

Dieta anti-invecchiamento

Un pizzico di moderazione e una spolverata  di fantasia: sono questi gli ingredienti principali da por­tare in tavola se si vuole preservare la propria salute. E per essere sicuri di non farsi sopraffare dai radicali liberi, principali minacce deIl’organismo, basta seguire una regola molto semplice: “Poco, ma di tutto”. Ridurre le dosi è fondamentale se si vuole evitare un eccesso di introito calorico. Perché i chili di troppo sono condizioni che favoriscono la produzione di radicali liberi da parte del nostro organismo. E ciò richiede un lavoro maggiore da parte degli antiossidanti, interni o assunti con la dieta, che non sempre riescono ad ottemperare.

Un po’ di moderazione non guasta, visto che la nostra tendenza, almeno secondo le indagini stati­stiche, è di tendere alle dosi abbondanti. Poi bisogna aumentare la varietà: molti nutrizionisti oggi la­mentano che la nostra dieta di tutti i giorni sta diventando sempre più monotona mangia­mo più o meno sempre le stes­se cose, un po’ per pigrizia un po’ perché non abbiamo tempo per pensare a nuove ri­cette o cibi mai provati. Le verdure più antiossidanti sono quelle verdi, le colorate in genere e quelle piccanti. Via li­bera dunque a crescione, ru­ghetta, spinaci, broccoli, foglie di rapa, foglie di ravanello, ca­volo, verza, cavolo nero, agretti, biete. Aglio e cipolla, le piccan­ti, contengono anche composti solforati che sono stati dimo­strati validi anticancro.

La dieta dell’ananas

Con la prova costume alle porte, urge una dieta che possa depurare l’organismo e far perdere anche un paio di chili; considerando anche il caldo di questi giorni, cosa c’è di meglio di una dieta tematica a base di frutta? Soprattutto se la frutta in questione è l’ananas, nota per le sue proprietà diuretiche e dissetanti.

L’ananas è un frutto esotico che contiene bromelina, un enzima che favorisce la liberazione degli aminoacidi e che, quindi permette una migliore digestione e assimilazione delle proteine; questo è particolarmente importante per mantenere tonico ed efficiente il nostro corpo.

L’ananas, favorendo la digestione delle proteine, è ottima associata alla carne di pollo, di maiale e con il prosciutto, abbinamenti forse poco comuni per la nostra cucina, ma che vale la pena di sperimentare anche in virtù del fatto che sono ipocalorici.