La dieta del nastro rosa contro il tumore al seno

di Mariposa Commenta

Questo mese di ottobre per le donne deve avere un significato davvero particolare, perché è dedicato alla prevenzione del tumore al seno, un male che colpisce signore di ogni età. C’è capitato più volte di parlare del legame che c’è tra alimentazione e cancro e di come una dieta ben equilibrata e uno stile di vita sano siano fondamentali per proteggersi dalla malattia. Per questo, Mary Flynn, dietologa e docente di Medicina alla Brown University di New York, ha messo insieme i dati raccolti in 25 anni di ricerca ed esperienza nel libro “The Pink Ribbon Diet” (la Dieta del nastro rosa).

La dieta del Nastro Rosa promuove prima di ogni cosa la salute. Alla base dell’alimentazione ci deve essere la piramide della Dieta Mediterranea, riconosciuta nel mondo come uno stile alimentare completo, nutriente e salutare, fatto di frutta e verdura, vitamine e prodotti antiossidanti.

La prima cosa da fare è mantenere un peso equilibrato o evitare di accumulare chili di troppo. Poi limitare i marker tumorali, ovvero le proteine, ormoni o altre sostanze presenti nei tumori o circolanti nell’organismo che possono segnalare la presenza della malattia.  La dieta non deve essere povera di grassi, ma devono essere ben equilibrati.

Bisogna evitare la carne rossa, il pollo e i frutti di mare, almeno secondo l’autrice.  Non perché facciano male, ma perché non contengono nutrienti anti-cancro. Mentre sono consigliabili due porzioni al giorno tra latticini e uova, ma per lo stesso motivo della carne rossa non si deve assolutamente superare la dose.  Poi ci vogliono, tre porzioni di frutta al dì e tantissima verdura.

Leggendo il testo si potranno imparare gli obiettivi fondamentali della sua ricerca:

  • promuovere uno stile di vita sano
  • prevenire le malattie croniche
  • mantenere bassi i livelli di colesterolo
  • ridurre al minimo il grasso viscerale (il grasso che circonda gli organi interni causando malattie croniche)
  • nutrirsi con cibi sani
  • fare sport.

All’interno del libro si imparerà a realizzare dieta grazie anche  alla presenza di 150 ricette.

[Fonte: Repubblica]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>