Tumori: un aiuto dall’olio d’oliva

di Tippi 1

L’olio extra vergine d’oliva è un alleato prezioso contro i tumori, oltre che essere un condimento eccezionale, definito a buon diritto il re della dieta mediterranea. L’olio d’oliva, infatti, è riconosciuto come difesa naturale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, dell’arteriosclerosi, dell’apparato digerente e dell’invecchiamento osseo. Inoltre, l’olio d’oliva è povero di grassi saturi, mentre è ricco di antiossidanti, soprattutto di fenoli.

E proprio l’olio d’oliva, con le sue spiccate doti di coadiuvante nelle terapie oncologiche e efficace fattore di prevenzione, è stato protagonista della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT).

Il dott. Massimo Lopez, Direttore del Dipartimento di Oncologia dell’Istituto dei Tumori di Roma, ha spiegato l’importante ruolo esercitato dall’olio d’oliva, che se consumato quotidianamente, aiuta a prevenire l’insorgenza di diverse forme di tumore, tra cui quello al seno:

Nel 20% dei tumori alla mammella è espresso l’HER2, un recettore della crescita che stimola la cellula cancerosa a proliferare, l’olio d’oliva inibisce l’iper-espressione, ovvero, l’eccesso di questo recettore, che favorisce il processo di cancerogenesi.

Inoltre, l’olio d’oliva, è in grado di agire anche da coadiuvante al farmaco Herceptin, impiegato per bloccare la proliferazione del tumore alla mammella, poiché interferisce con il recettore HER2.

L’olio d’oliva, grazie alla sua particolare composizione, viene facilmente assimilato dall’organismo, e aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa e a ridurre il rischio di cardiopatia ischemica. Inoltre, l’olio d’oliva potenzia il colesterolo buono, che svolge l’importante funzione di rimuovere il colesterolo dalle pareti delle arterie e lo riporta al fegato.

L’olio d’oliva è un arma efficace anche contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare, grazie alla presenza di sostanze antiossidanti come vitamina E, carotenoidi, polifenoli, colorofille, e fitosteroli. E’ anche un ottimo precursore della vitamina A. Inoltre, l’acido oleico di cui è composto l’olio d’oliva per l’80%, previene il declino cognitivo.

Commenti (1)

  1. pane e olio che bonta’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>