Pausa pranzo, le regole per rispettare la dieta

di Mariposa Commenta

Rispettare una dieta e non sgarrare è davvero complicato. Spesso, anche senza lasciarsi tentare da piatti gustosi o dalla gola, si è costretti a non seguire la tabella nutrizionale, magari perché si è impegnati in qualche pranzo di lavoro o a cena con amici. Esistono però dei consigli per evitare di vanificare gli sforzi fatti e proseguire nel proprio obiettivo: perdere peso. La prima cosa da fare è seguire con attenzione l’alimentazione fuori casa. È proprio lì che mettiamo più in crisi la nostra  linea.

La fretta e lo stress lavorativo sono pessimi consiglieri. Se abbiamo a disposizione 30 minuti di pausa pranzo per mangiare un boccone e rimetterci alla scrivania davanti al nostro pc, evitiamo di cadere nella scelta più semplice: il panino. Molto meglio un piatto di verdura cruda o cotta e della frutta. Questa regola si può rispettare anche all’interno di un fast food, dove vendono, oltre agli hamburger, tanti tipi di insalate: sono ottime quelle a base di pollo grigliato e rappresentano un piatto unico completo.

Altre due situazioni “pericolose” sono i buffet in ufficio e le cene al ristorante. I catering, magari per salutare un collega che va in pensione o per brindare al Natale, sono sempre ricchi dolcetti, snack ipercalorici e cocktail. La cosa migliore è non bere bevande gassate e alcoliche e scegliere stuzzichini semplici, senza maionese e soprattutto non fritti. Inoltre, trattenetevi dal mangiare tanto: fate solo il gesto per essere cordiali. Le cene da gestire sono, invece, più semplici del previsto.  Prima cosa favorite i ristoranti di pesce a quelli di carne e indirizzatevi sempre su un secondo, eliminando i carboidrati e i condimenti pesanti.

Le nuove forme di pranzo o cena, come brunch o happy hour oltre a proporre sempre piatti calorici e certo non adatti a una dieta, causano un altro problema: passa troppo tempo tra un pasto e l’altro. Non cedete alla tentazione di mangiare fuori orario, soprattutto di notte. Limitatevi a bere un bicchiere di latte caldo o un tè per calmare la fame, prima di andare a letto. Meglio approfittare di una colazione abbondante il giorno dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>