Aperitivi light, non solo mocktails

di Silvana 4

Anche voi trovate che il momento dell’happy hour sia in assoluto il più gustoso e stuzzicante della giornata? Non vi sbagliate affatto, soprattutto se rappresenta per voi il momento ideale, dopo una lunga e faticosa giornata, per fare due chiacchere con gli amici e socializzare un po’. Tuttavia, vi abbiamo già avvertito in più occasioni di quanto questa piacevole abitudine rischi di rivelarsi dannosa per linea e salute.

Bevande dolci e alcoliche, stuzzichini troppo grassi, salati e ipercalorici rappresentano in questo senso un pericolo da non sottovalutare; basti pensare che occorrono solo 10 patatine per mettere insieme 165 calorie e che un cocktail alcolico può apportarne anche 300! Come vi abbiamo già detto esistono però diverse interessanti alternative light ai cockailt tradizionali: accanto al mocktail, stanno infatti cominciando a diffondersi sempre di più gli smoothies, centrifugati di frutta e verdura simili a mousse cui talvolta viene aggiunta di una goccia di alcol, che apportano all’incirca 50 calorie a porzione.

Se invece siete tra quelli che proprio non vogliono saperne di far diventare i frullati di frutta e verdura i protagonisti indiscussi del momento dell’aperitivo, abbiate almeno cura di scegliere bevande più leggere: un bicchiere di spumante ad esempio (50 calorie) o, fra i cari vecchi cocktails, un Bellini (spumante e succo di pesca, per sole 90 calorie) o un Rossini (spumante e succo di fragole, 85 calorie). Da non sottovalure, per i più tradizionalisti, neanche la birra con le sue circa 150 calorie.

Occhio anche agli stuzzichini naturalmente! Lasciate perdere le patatine fritte e le tartine, soprattutto se condite con la maionese; meglio i bastoncini di verdura e, soprattutto, i sottaceti che apportano solo 10 calorie per 100 grammi. In ogni caso cercate di non arrivare affamate all’happy hour, fare una merenda leggera a metà pomeriggio è il modo migliore per resistere alle tentazioni dei sempre più ricchi buffet offerti da pub e wine bar.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>