Gli infusi contro l’influenza

di Daniela 1

In questi giorni è stato registrato un picco di influenze in molte regioni italiane a causa degli sbalzi di temperatura; qualche tempo avevamo trattato il tema dei cibi utili per contrastare i mali di stagione oggi, invece, vediamo quali sono gli infusi utili per prevenire o combattere l’influenza e i sintomi da raffreddamento.

Infuso di rosa canina

Se ancora non siete stati colpiti dall’influenza la prima cosa da fare è rafforzare le difese immunitarie; a questo scopo vi potrà essere d’aiuto un infuso a base di rosa canina i cui frutti contengono molta vitamina C. La rosa canina è da sempre molto utilizzata per aiutare l’organismo a depurarsi e a difendersi dalle infezioni.

Per preparare l’infuso di rosa canina fate così: mettete un cucchiaino di frutti lavati e sminuzzati in una tazza d’acqua bollente e lasciate riposare per circa 10 o 15 minuti; dopodiché filtrate e addolcite con lo zucchero di canna o con il miele. Oltre ai frutti da tritare, si possono acquistare anche le bustine-filtro già pronte per un utilizzo più immediato.

Tè Svizzero

Se siete già stati colpiti dall’influenza oppure temete che sia in agguato perché avvertite i classici sintomi da raffreddamento, quello che fa per voi è un infuso a base di sommità fiorire della veronica, conosciuto anche come Tè Svizzero. Questo infuso possiede un gradevole sapore amarognolo ed è l’ideale in caso di malattie da raffreddamento, problemi digestivi e affezioni reumatiche.

Il Tè Svizzero si prepara così: fate bollire 100 ml e aggiungetevi un cucchiaino di sommità fiorite essiccate, fate riprendere il bollore, dopodiché spengete il fuoco, coprite e fate riposare per dieci minuti; addolcite a piacere prima di bere.

Infuso di agnocasto

Se l’influenza vi sta passando e volete dare una spinta ai processi di guarigione, l’ideale è l’infuso di agnocasto; l’agnocasto è una pianta officinale usata soprattutto per regolare il ciclo mestruale, ma possiede anche qualità toniche ed è utile per riprendersi dagli strascichi dell’influenza, e può essere assunto da solo o in abbinamento ad altre erbe.

L’infuso di agnocasto si prepara lasciando in infusione per 10 o 15 minuti un cucchiaino di sommità fiorite essiccate in una tazza d’acqua bollente, prima di filtrare. Per guarire dall’influenza è consigliato bere una o due tazze al giorno di infuso di agnocasto per due settimane.

Per rendere più efficace l’effetto antinfluenzale, l’agnocasto può essere usato sotto forma di miscela insieme a rosmarino e menta. Evitate di assumere agnocasto in gravidanza, durante l’allattamento e se prendete la pillola anticoncezionale.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>