Fichi freschi contro stipsi e disturbi intestinali

di Tippi Commenta

I fichi freschi sono frutti molto zuccherini, con un contenuto calorico piuttosto alto (74 calorie ogni 100 grammi), ma non hanno grassi e sono ricchi di sali minerali. Inoltre, sono eccezionali contro la stipsi e i disturbi intestinali.

Sebbene molti vedano questo frutto come un vero “attentato” alla linea, se mangiato nelle giuste quantità può essere un vero toccasana per la salute, senza mettere a repentaglio la dieta. I fichi, infatti, sono un’eccezionale fonte di energia, hanno un’indice di sazietà medio, ciò vuol dire che non servono grandi quantità per avvertire il senso di pieno, e sono lassativi (poiché abbondano di fibre). Sono altresì delicati e quindi vanno consumati il prima possibile, altrimenti devono essere conservati in frigo, ma anche in questo caso non è preferibile non aspettare troppo per consumarli, mantengono, infatti, al massimo 3 giorni.

Esistono diverse varietà di fichi. I più conosciuti sono quelli verdi, ma anche quelli neri sono abbastanza noti, dalla buccia sottile e dalla polpa particolarmente dolce e profumata. I fioroni, che maturano a maggio sono più grossi e meno zuccherini, mentre i cimaruoli maturano poco prima dell’inverno.

I fichi freschi, inoltre, essendo ricchi di sostanze antiossidanti quali i polifenoli, sono uno scudo naturale contro i radicali liberi, che si sviluppano con il metabolismo cellulare a causa di eventi stressogeni come agenti inquinanti, raggi UV, stress, fumo, additivi chimici, attacchi virali, ecc. Ma i polifenoli svolgono anche un’importante azione antitumorale, antinfiammatoria e antibatterica.

I fichi, sono una miniera di fibre, in particolare sono ricchi di lignina, molto efficace per contrastare la stipsi cronica e i disturbi intestinali, ma bisogna fare attenzione a non bere il latte fresco subito dopo, altrimenti si va incontro all’effetto contrario. Inoltre, sono sconsigliati per chi soffre di diabete e di obesità.

I fichi freschi sono ricchi anche di calcio e di ferro, perciò sono indicati per le persone con anemia. In piccole quantità contiene anche potassio, magnesio e fosforo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>