Dimagrire dopo le feste, gli italiani si ritrovano con due kg in più

di Silvana 2

Secondo una stima di Coldiretti, il nuovo anno ha portato agli italiani un aumento di peso di oltre due chili ciascuno; il “merito”, come è facile intuire, è tutto delle kcalorie in più (in media 15-20mila) assunte durante le festività a causa sia del maggior consumo di cibi calorici e bevande alcoliche, sia della quasi totale scomparsa dalle nostre tavole di alimenti come frutta e verdura.

E d’altra parte c’era da aspettarselo se è vero che solamente per il pranzo di Natale e i cenoni della Vigilia e di Capodanno sono stati consumati quasi cento milioni di chili tra pandori e panettoni, ottanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 8 milioni di cotechini e frutta secca, carne, salumi, formaggi e dolci per una spesa complessiva di oltre cinque miliardi di euro.

I nutrizionisti però tranquillizzano tutti precisando come il leggero sovrappeso del dopo feste sia dovuto soprattutto ad un accumulo di grassi e acqua che può essere smaltito facilmente, e da più parti nel web si vocifera già di una salvifica “dieta leggerezza”.

Per buttare giù quel paio di chili di troppo, in altre parole, vi basterà riportare in tavola grandi porzioni di frutta e verdura, consumare un bel piatto di pasta o riso al giorno e preferire il pesce alla carne. Inutile dire che arrivati a questo punto dovrete rinunciare a bevande alcoliche e dolci, concedendovi al massimo un bicchiere di vino ai pasti. Fondamentale anche fare un po’ di moto: basta mezz’ora di camminata a passo sostenuto al giorno, per cancellare i segni degli stravizi di natale.

Quanto a frutta e verdura, naturalmente preferite i prodotti di stagione: arance, mele, pere e kiwi, spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, lattuga, finocchi e carote. Condite le insalate e le verdure con olio d’oliva e succo di limone. Infine, non dimenticate piatti a base di legumi, ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire le tossine migliorando le funzionalità intestinale.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>