La dieta del cavernicolo di Katie Holmes

di Daniela Commenta

Sicuramente a Katie Holmes ha fatto bene il divorzio da Tom Cruise: è sempre stata bellissima ma adesso appare ancora più in forma; tutto merito dell’addio dall’ex Top Gun? Non solo: secondo fonti vicine all’attrice, la sua invidiabile linea è dovuta a un rigido schema alimentare: la dieta del cavernicolo, che sarebbe utilizzata dall’ex signora Cruise per mantenersi in forma e depurare l’organismo.

Qui sulle pagine di Dietaland vi avevamo già parlato della dieta del cavernicolo, meglio conosciuta come dieta del Paleolitico o Paleodieta, evidenziandone i pregi e soprattutto i molti difetti. La dieta del cavernicolo, in pratica, è un regime alimentare che prevede il consumo solo dei cibi dei quali si nutrivano gli uomini primitivi, ovvero carne, pesce, uova e frutta. Assolutamente banditi, invece, il latte e i suoi derivati e i cereali di qualunque tipo.

Questo, pare, sia il segreto della forma fisica di Katie Holmes: un regime alimentare molto restrittivo e decisamente poco equilibrato, ma si sa: le dive di Hollywood non sono nuove a diete strambe e, spesso, ben poco salutari.

Secondo i suoi estimatori, la dieta del cavernicolo dovrebbe aiutare a combattere il diabete e l’obesità, grazie al grande consumo di proteine e all’eliminazione dei carboidrati complessi. I cibi concessi nella Paleodieta sono: carne, pesce, frutti di mare, frutta, bacche, radici e noci, mentre sono assolutamente vietati tutti i cibi che non erano presenti 10.000 anni fa.

Se, da una parte, questa dieta è positiva perché non prevede l’assunzione di cibi troppo elaborati e, soprattutto, vieta il cosiddetto junk food, è altrettanto vero che nega all’organismo alcuni nutrienti essenziali, ossia i latticini e i legumi, due tra le classi alimentari più ricche, rispettivamente, di calcio e di fibre.

Come sempre, l’ideale sta nel mezzo: della dieta del cavernicolo va raccolto l’insegnamento di mangiare sano, meglio se a chilometro zero, senza fissarsi con estremismi che possono rivelarsi anche dannosi per la salute.

 

Photo Credit | Getty Images

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>