Uova, dimmi come le cucini e ti dirò chi sei!

di Redazione

Per conoscere la vostra personalità, o quella di un’altra persona, non affidatevi ai test o alle sedute dallo psicologo: vi basterà “leggere” le uova”! Le uova, infatti, pare che siano un ottimo metodo “divinatorio” per capire la personalità di una persona; come? Semplicemente osservando come viene cucinato, e quindi consumato, l’uovo. La lettura delle uova non è l’ultima trovata di qualche sedicente indovino, bensì il risultato di uno studio scientifico di un team di ricercatori britannici del Mindlab International, poi pubblicato sul “British Egg Weeks”. Lo studio ha coinvolto oltre mille adulti che dovevano rispondere ad alcune domande sul loro stile di vita e sulle loro preferenza in materia di uova.

Dai dati raccolti i ricercatori hanno potuto stilare un elenco contenente cinque tipi di personalità associati al modo di cucinare le uova, ovvero fritto, strapazzato, sodo, in camicia e in frittata. A prescindere dal fatto che sia vero o meno, è comunque divertente, scoprire a quali personalità corrispondono i vari modi di cucinare le uova.

Uovo fritto: coloro che cucinano le uova fritte sono soprattutto uomini; hanno una personalità fantasiosa e curiosa, sono creativi e sessualmente molto attivi.

Uovo strapazzato: le persone che preferiscono le uova strapazzate hanno un’età compresa tra i 20 e i 39 anni, sono tipi calmi, tranquilli e determinati e svolgono un lavoro di responsabilità.

Uovo sodo: sono soprattutto donne coloro che amano le uova sode, appartenenti in genere alla classe media od operaia, e con un carattere distratto e impulsivo.

Uovo in camicia: i rappresentanti della “personalità in camicia” sono persone di una certa età, soddisfatti di sé e socialmente attivi, che amano indossare abiti eleganti e che hanno in media due figli.

Uovo in frittata: sono persone affidabili e ben organizzate, curano la loro salute e vivono a lungo; generalmente sono tipi fedeli e difficilmente si separano o divorziano.

 

 

E voi, a quale “tipo di uovo” appartenete?

 

[Fonte]

Photo Credit | Thinkstock