Aquaball training per modellare i glutei

di Daniela Commenta

Oggi continuiamo il nostro viaggio all’interno del fitness acquatico, e in particolare con l’Aquaball training, una disciplina che promette di modellare i glutei e di regalare un lato B perfetto per indossare shorts o jeans stretti.

L’Aquaball training, che si svolge con l’ausilio di una palla molto leggera di circa 24 centimetri di diametro, è una disciplina completa, in quanto, oltre a modellare e rassodare i glutei si occupa anche di far lavorare addominali e braccia; infatti, ogni lezione prevede cinque fasi che partono con il riscaldamento per poi articolarsi in esercizi per modellare le gambe, tonificare le braccia, le spalle, gli addominali, per poi concludersi con il defaticamento.

La lezione inizia con il riscaldamento che dura una decina di minuti e consiste in alcune rotazioni delle braccia, nelle torsioni del busto e in allungamenti delle braccia; dopodiché si continua con gli arti inferiori usando la palla, continuando con gli esercizi per le braccia e a quelli per tonificare gli addominali.

Ogni lezione di Aquaball training dura 45 minuti e se gli esercizi vengono eseguiti in modo corretto è veramente possibile ottenere ottimi risultati ed avere glutei e addominali più tonici, oltre a migliorare la situazione di gambe e braccia.

Vediamo nello specifico come vanno eseguiti alcuni esercizi di Aquaball training:

  • per tonificare le gambe e i glutei, posizionate la palla dietro alle ginocchia, tenendo la gamba piegata all’indietro; per mantenere l’equilibrio aiutatevi con le braccia; rimanete fermi in questa posizione per qualche secondo e poi ripete con l’altra gamba, facendo 15 ripetizioni per ognuna
  • Per gli addominali: sdraiatevi sull’acqua su un fianco tenendo la palla con una mano per mantenere l’equilibrio ed eseguite delle sforbiciate con le gambe; fate 15 ripetizioni per ogni fianco.
  • Spalle e braccia: con una mano, spingete la palla in diagonale verso il fondo della piscina e lasciate che torni in superficie; ripetete per 15 volte alternando il braccio.

 Per saperne di più sul fitness acquatico:

Fitness acquatico, quale disciplina scegliere?