Le tisane di primavera per depurarsi

di Mariposa Commenta

La primavera porta con sé il risveglio della natura, giornate più belle e più lunghe, le allergie e una buona dose di stanchezza. Per aiutare il nostro corpo a eliminare le tossine introdotte con l’alimentazione invernale e sedimentate da uno stile di vita un po’ troppo sedentario, è possibile bere delle belle e buone tisane di primavera. Quale scegliere? Ovviamente dovete decidervi in base al vostro stato fisico e mentale. Alla prova costume non manca molto e bere un infuso vuol dire drenare i liquidi e magari anche ritrovare un po’ di energia.

tisana-primavera

Tisana contro la cellulite

Gli ingredienti sono: ortica, equiseto, zenzero, gramigna e ciliegia. Diluite due cucchiai di questo mix in mezzo litro d’acqua bollente, portate fin quasi a ebollizione, coprite con un coperchio per 3 minuti e poi filtrare. Potete berla nel corso della giornata, anche fredda, fino al litro per combattere la ritenzione idrica.

Tisana al ginseng

Per combattere la stanchezza, tipico del mal di primavera, prendete un cucchiaino di ginseng, uno di guaranà, il succo di un limone spremuto e una scorzetta di limone. Aggiungete il mix una volta che l’acqua è arrivata a ebollizione e lasciatela riposare per circa 10 minuti, poi filtratela. Potete berla calda e fredda. Direi non più di una tazza al giorno.

Tisana per la mente

Non riuscite a concentravi? Benissimo, c’è una tisana che vi darà energia mentale in quantità. Si consiglia di berla nella prima metà della mattinata, così da sfruttarne i benefici nell’arco della giornata. Avete bisogno di bacche di schisanda, 2 fette di radice di gingseng esiccata, due foglie di salvia e due di menta: versate tutti gli ingredienti in un pentolino di acqua bollente e lasciate in infusione per circa 20 minuti.

Photo Credits | Shutterstock / Nadezda Sereda