Calorie della pastiera napoletana

di Sara Mostaccio Commenta

Le calorie della pastiera napoletana ci spaventano ma oggi scopriamo che non è il caso di rinunciarvi. Si tratta del dolce pasquale tradizionale di Napoli che ormai si è diffuso in tutta Italia anche in varianti dietetiche rivisitate. Esiste persino la ricetta della pastiera napoletana Dukan che abbiamo già visto. Oggi parliamo della sua versione originale, molto calorica ma anche tanto gustosa da non voler rinunciare a questo piccolo vizio culinario.

L’importante come sempre è fare attenzione a moderare le quantità senza sacrificare il gusto né imporsi pesanti rinunce, almeno sotto le feste. Concedersi un piacere a tavola inoltre ci dà la carica per tornare in carreggiata con la dieta senza frustrazioni.

Vi stupirà sapere che le calorie non sono poi così tante come si teme, in genere circa 400 calorie per 100 grammi. Essendo un dolce molto umido tuttavia una fetta è molto pesante anche se sottile, quindi sappiate che potrete concedervi giusto una fettina di torta, da assaporare fino in fondo e da riservare solo all’occasione speciale.

A 100 grammi di pastiera corrispondono inoltre i seguenti valori nutrizionali medi:

  • Calorie 400
  • Carboidrati 64 gr.
  • Proteine 9 gr.
  • Grassi 15 gr.

L’alto contenuto di grassi è dato dalla presenza di burro, latte, ricotta e uova intere mentre i carboidrati sono molto alti per via della presenza del grano e dei canditi. I valori possono variare anche in base alla ricetta che utilizzate e che prevede qualche piccola variazione nelle dosi degli ingredienti. Una cosa è certa, il gusto è sempre inimitabile e per Pasqua non vogliamo rinunciare al piacere del palato per inseguire la dieta. Ma lo facciamo con moderazione e consapevolezza.

Photo Credits | Antonio Gravante / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>