Il succo di ciliegia aiuta a recuperare le forze dopo aver fatto sport

di Mariposa Commenta

Non è ancora stagione per fare delle belle scorpacciate di ciliegie, anche se a Natale qualche banco di primizie le aveva già in vendita a prezzi stellari. Quello che però non manca nei supermercati è il succo di questo dolcissimo frutto. Pensate che oltre a essere un bevanda molto gradevole, è utile per recuperare la forza muscolare, in particolare a seguito di esercizio fisico intenso.

Lo sostengono i ricercatori del Sports and Exercise Science Research Centre della London South Bank University e l’UK Anti-Doping, che hanno anche individuato le ciliegie migliori: quelle di Montmorency, in Francia.

I motivi che rendono questo frutto così piacevole e salutare sono diversi: prima di tutto gli antiossidanti, in grado di ridurre lo stress ossidativo. Secondo lo studio, sono sufficienti sette giorni di succo di ciliegia, da assumere prima e dopo l’esercizio fisico, per aumentare in modo significativo il recupero della massima flessibilità ed estensione del ginocchio. Il miglioramento è di gran lunga maggiore se paragonato alle bevande energetiche. Joanna Bowtell, autrice dello studio, ha commentato:

Il consumo di succo di ciliegia Montmorency ha migliorato il recupero della forza muscolare isometrica dopo l’esercizio fisico intenso, forse a causa dell’attenuazione del danno ossidativo indotto dall’esercizio nocivo.

Ovviamente i test si sono svolti su sportivi e hanno dato dei risultati interessanti, perché hanno in effetti dimostrato quanto la ciliegia si importante nel recupero della forma fisica. Invece, non è stata rilevata alcuna differenza sostanziale nell’attività della creatina chinasi. Questo studio si riallaccia a una ricerca pubblicata sul Journal of Nutrition nel 2006 in cui si affermava che il consumo giornaliero di 45 ciliegie riduceva notevolmente l’infiammazione del corpo. Noi vogliamo concentraci sulle proprietà della frutta e di come spesso affascinati dagli integratori, molto utili in caso di carenze effettive, perdiamo di vista le proprietà della corretta alimentazione, sempre più sacrificata.

[Fonte: LaStampa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>