Smagliature bianche e rosa, i rimedi

di Tippi Commenta

 Le smagliature sono un inestetismo della pelle molto diffuso e tenacemente combattutto soprattutto dalle donne. Si tratta di alterazioni lineari e ben delimitate dello strato dermico della cute, e in genere tendono a localizzarsi sui fianchi, sul seno, sul ventre, all’interno delle cosce e sui glutei. Le cause possono essere diverse, dallo stress al repentino calo di peso.

Smagliature cosa sono

Le smagliature assumono caratteristiche diverse in base allo stadio evolutivo in cui si trovano, mentre lunghezza e larghezza rimangono relativamente costanti nel tempo. La colorazione può variare dall’iniziale rosa al bianco, tipico dello stadio avanzato. Anche la forma, generalmente lineare e simmetrica è variabile, molto spesso, infatti, assumono contorni frastagliati, e si raggruppano a coppie o a triadi.

L’età di insorgenza e la localizzazione delle smagliature variano in base al sesso. Nelle donne compaiono tra i 12 ed i 16 anni, con picco massimo (60-90%) durante la gravidanza, mentre i maschi presentano la massima incidenza tra i 14 e i 20 anni.

Smagliature rosa e bianche

Quando le smagliature sono rosa, è più facile curarle poiché sono allo stadio iniziale, quando sono bianche, invece, gli interventi si mostrano spesso inefficaci perché i tessuti non riescono più a ritrovare il loro turgore originario. Ciò che ne determina la formazione è da analizzare in varie situazioni legate all’obesità, alla gravidanza, alla perdita eccessiva di peso, all’uso di farmaci, a cause genetiche. In generale, le smagliature si formano perché la pelle, quando aumenta il volume corporeo, subisce una forte tensione e non ha il tempo di riadattarsi per tonare tonica.

Per mantenere la pelle elastica ci si può aiutare con prodotti altamente idratanti, come l’olio di mandorle o l’olio di argan. Chiaramente, trattandosi di lesioni della pelle, è sempre meglio prevenire la formazione delle smagliature piuttosto che curararle. Per questo motivo, quando si inizia una dieta dimagrante, è opportuno non sottovalutare il problema e rivolgersi anche ad un dermatologo. Le autovalutazioni, infatti, potrebbero rivelarsi erronee.

Cause smagliature

Le smagliature possono comparire anche dopo la gravidanza, a causa della perdita di elasticità e di tono che subisce la pelle in questa zona. E il problema riguarda soprattutto le donne molto magre. In questo caso, è sempre opportuno intervenire con un’adeguata prevenzione che spieghi alla donna, sin dai primi mesi di gravidanza di seguire una corretta alimentazione e di usare prodotti specifici che possono contrastare la formazione delle smagliature. Se dopo il parto si fanno la loro comparsa le smagliature di colore rosa occorre rivolgersi a uno specialista che sicuramente consiglierà di sottoporsi a dei trattamenti specifici per evitare che le striature diventino bianche.

Ma le smagliature possono essere anche una conseguenza dell’obesità, un problema che riguarda tanto le donne quanto gli uomini. Chi si sottopone a diete eccessivamente restrittive, nel tentativo di perdere peso velocemente, va incontro alla comparsa delle smagliature. L’ideale, invece, sarebbe dimagrire in modo equilibrato, migliorando l’alimentazione e abbinando sempre una costante e moderata attività fisica, che aiuta il tessuto a restare maggiormente elastico. L’esercizio sportivo, infatti, migliorando la muscolatura, aiuta il tessuto che è adagito su di esso a non cedere.

Rivolgersi a un medico dermatologo quando s’inizia un percorso dimagrante, è importante per evitare che poi le smagliature diventino il prossimo problema da affrontare. Come dicevamo all’inizio, prevenire è senza dubbio la soluzione migliore, ma non sempre ci si trova nelle condizioni di poterlo fare. Una volta che le smagliature si sono formate, infatti, credere che possano svanire è una pura illusione.

I preparati cosmetici, infatti, non possono arrivare a trattare la lesione a livello degli strati dermici; i cosmetici possono senz’altro migliorare l’aspetto della pelle in generale, ma non trattare una vera e propria “cicatrice”. La tecnica che oggi offre i migliori risultati è senz’altro la tecnologia Laser.

Photo Credit|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>