Reni, alimenti nella dieta dopo i 60 anni

Spread the love

I reni sono degli organi fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo. Dopo i sessant’anni ci sono degli alimenti che non possono assolutamente mancare nella nostra dieta.

Reni hanno bisogno di supporto con l’età

L’alimentazione può darci una mano incredibile nel mantenere le loro funzionalità al top. Soprattutto se nel nostro regime alimentare inseriamo dei cibi specifici dotati di proprietà depurative e antiossidanti. Con il passare dell’età la funzionalità renale può scendere un poco, a prescindere dalla presenza o meno di patologie. Riuscire a trovare un giusto equilibrio alimentare che consenta loro di funzionare può rivelarsi uno strumento utilissimo per rimanere in salute.

Dobbiamo ricordare che i reni si occupano di filtrare il sangue e ci aiutano a eliminare le scorie e le tossine attraverso l’urina. E non solo: si occupano di mantenere un corretto equilibrio idrosalino all’interno del nostro corpo. Tra le altre cose producono ormoni in grado di favorire il controllo della pressione arteriosa e il funzionamento della tiroide. Essi si occupano anche di creare la forma attiva della vitamina D, fondamentale per l’assorbimento del calcio e per le ossa.

Cosa mangiare per favorirne la salute

Per questo motivo dobbiamo alimentarli bene è uno dei cibi migliori da consumare è l’ananas. Questo frutto contiene vitamina C, potassio e bromelina: tutte sostanze che aiutano a combattere i radicali liberi e gli stati infiammatori. Senza contare che questo frutto è perfetto anche per eliminare le tossine dall’organismo.

Altrettanto valida da questo punto di vista e la barbabietola, ricca di folati e fibre. Il suo effetto drenante consente di eliminare i liquidi in eccesso: anche il sedano possiede questo effetto diuretico e allo stesso tempo favorisce idratazione e i processi antinfiammatori.

Altrettanto importanti in una dieta per la salute dei reni sono i cereali integrali, grazie alle fibre, ai minerali e ai loro acidi grassi polinsaturi. I mirtilli fedeli aiutanti della circolazione sanguigna, sono altrettanto validi anche come strumenti di benessere per i reni e per la vescica. Soprattutto grazie all’acido folico e alle vitamine in loro contenuti.

I reni sono organi basilari per il funzionamento del nostro organismo. Regolano molto di più di quello che possiamo immaginare e un loro decadimento mette a rischio la salute e la vita della persona. È per tale ragione che se si ha la possibilità bisogna favorirne il funzionamento, anche se questo dovesse significare mangiare meno carne o rinunciare a qualcosa che ci piace.

Inserire nella dieta alimenti favorevoli al loro funzionamento come quelli sopra descritti è il minimo che possiamo fare per garantirci un buono stato di salute a lungo.

Lascia un commento