Come proteggere i capelli da sole e salsedine

di Mariposa Commenta

Tutti concentrati su creme e scottature, spesso si perde di vista un altro punto del nostro corpo che deve essere protetto con una certa cura: i capelli. In estate, infatti, le chiome sono vittime di sole, salsedine, sabbia e lavaggi decisamente troppo frequenti. Il risultato? Ora di settembre hanno una consistenza simile alla saggina.

È importante lavare i capelli tutti i giorni, per eliminare i residui di sale, sabbia, ma anche cloro. Bisogna sciacquarli con uno shampoo delicato (per lavaggi frequenti), con ph neutro e acqua tiepida e dolce. Spendo due parole sulla temperatura dell’acqua, perché è molto importante sia per la chioma sia per la pelle. Gli sbalzi di calore fanno e tendono a disidratare. Meglio quindi non esagerare e preferire una doccia appena tiepida.

Secondo cosa da fare è utilizzare delle maschere idratanti e protettive. In inverno non si fanno molto di frequente, ma in estate consiglio di intensificare a tutte le settimane, mentre nel periodo di mare anche tutti i giorni. Di solito, dopo lo shampoo, si applica la maschera e si lascia agire qualche minuto. Sono utili quelle a base di glycerina, olio di jojoba, di Argan e burro di karité, ma anche semi di lino, keratina o olio d’oliva.

Evitare invece tutti quei prodotti a base di petrolati e siliconi. Non fanno per nulla bene ai capelli e sono inquinanti. Certo, l’effetto estetico è buono. Un’altra cosa che si può tranquillamente fare è utilizzare delle creme per i capelli o degli olii in spiaggia. Oltre ai solari per la pelle, esistono quelle per le nostre chiome e servono per tutelare da sole e salsedine la testa. Sono consigliabili soprattutto a chi fa tinte o colpi di sole, particolarmente sensibile alle alterazioni di colore.

Un ultimo consiglio non dimenticate mai di usare un cappello o una bandana. Non serve solo a proteggere la testa da eventuali colpi di sole o colore, ma aiuta anche a filtrare i raggi di sole. Infine, al termine delle vacanze è bene prevedere un bel taglio. Eliminate le punte, che saranno comunque un po’ cotte e sfruttate dalla bella stagione, rinvigorite il colore e cercate di averne cura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>