Pelle sana, quale dieta seguire?

di Valentina

Quale dieta seguire per avere una pelle sana? Alimentarsi in modo corretto è senza dubbio una delle basi più importanti per mantenere uno stato di benessere generale del proprio corpo: a parti specifiche dello stesso corrispondono però alcuni alimenti che più di altri sembrano possedere proprietà benefiche.

Cibi a basso indice glicemico contro l’acne

E ancor di più, stando alle ultime ricerche, i regimi alimentari a basso indice glicemico. Ormai da decenni gli studiosi in dermatologia stanno testando e provando a scoprire quale dieta si adatti di più ad approcciare i più ai comuni problemi della pelle. Prendiamo ad esempio l’acne: negli ultimi anni è stato possibile raccogliere evidenze del fatto che una dieta scorretta può favorire la sua comparsa e limitarne le possibilità di guarigione. E a essere messo sotto accusa, principalmente, è stato l’alto indice glicemico dei cibi consumati, particolarmente in occidente. I cibi ad alto indice glicemico, portano grazie al loro veloce assorbimento a causare livelli di glucosio serico più elevati e di conseguenza ad alti livelli d’insulina, scatenando un processo che aumenta la produzione di sebo e altri meccanismi che favoriscono la comparsa di acne.

Analizzando i comportamenti alimentari di migliaia di persone in tutto il mondo che soffrivano di acne, al netto di fattori di rischio specifici, tutti erano soliti seguire una dieta ad alto indice glicemico: nel momento in cui modificavano lo stile di vita e consumavano alimenti a basso indice glicemico l’acne migliorava.

Invecchiamento della pelle e dieta

Una simile influenza dei cibi ad alto indice glicemico è rilevabile anche per quel che riguarda l’invecchiamento della pelle: rughe, rilassamento cutaneo e perdita di elasticità sono fenomeni legati alle modificazioni nel collagene e nelle fibre della pelle, fattori legati a loro volta alla dieta seguita. È stato rilevato come consumare troppi zuccheri possa favorire l’invecchiamento dell’epidermide perché agisce sulla reticolazione delle fibre di collagene. Nel momento in cui si evitano cotture che possono favorire la glicazione come la frittura e la grigliatura e favorito il consumo di frutta, verdura e noci nonché la giusta alternanza di fonti proteiche, si riesce anche a rallentare l’invecchiamento della pelle.

Una dieta sana a basso indice glicemico capace di tenere a bada anche trigliceridi e colesterolo è molto utile anche per approcciare malattie della pelle come la psoriasi. Una dieta di tipo mediterraneo caratterizzata da pochi alimenti lavorati e buone dosi di omega 3 può aiutare a diminuire l’infiammazione e sostenere la terapia di approccio a questa malattia autoimmune della pelle.