Dimagrire dopo le feste evitando gli alimenti che fanno aumentare l’appetito

di Mariposa Commenta

Non c’è sempre bisogno di mettersi a dieta, a volte per dimagrire è sufficiente evitare tutti quei cibi che non tolgono la fame, ma anzi, in qualche modo creano dipendenza. Dopo le feste, esiste una sorta di pensiero unico: perdere peso. Con il giusto allenamento sportivo rimettersi in forma non sarà complicatissimo, è bene però stare un po’ attenti ai pasti. In che modo? Eliminando quei prodotti che fanno aumentare la fame.

Non esiste realmente un cibo che potenzi l’appetito, ma esistono alimenti (nella maggior parte dei casi molto calorici e pieni di grassi) che stimolano le papille e instaurano una sorta di dipendenza. S’instaura il meccanismo di volerne ancora, poi ancora e ancora.

Quali sono questi cibi? Le patatine, per esempio, sono letali. Avete mai notato quanto è facile continuare a ingoiarne. La stessa cosa vale un po’ per tutti i cibi spazzatura, come le merendine, i salatini, ma anche i cracker, i grissini, i biscotti o la famosa crema al cioccolato. Per mettersi a dieta è necessario eliminare questi prodotti che in qualche modo inducono ad accumulare solo calorie vuote. Bisogna poi fare attenzione anche ad alcuni alimenti, considerati dietetici, che consumati in quantità possono invece far ingrassare.

Tra questi c’è lo yogurt light, che spesso è aromatizzato con ingredienti artificiali che inducono la produzione di succhi gastrici. Molto meglio mangiare uno yogurt naturale con un po’ di frutta. No all’insalata verde con poco condimento come unico alimento del pasto, perché ha un potere saziante limitato: meglio aggiungere sempre delle proteine ed evitare di pasticciare dopo qualche ora per la fame. Bocciati anche i surgelati light per evitare di cucinare: di solito contengono la metà delle calorie di cui il corpo ha bisogno e non saziano. Meglio il pollo arrosto della rosticceria con un po’ di verdura.

Infine, anche i cereali soffiati con il latte scremato possono essere controproducenti. Attenzione, non fanno male, ma non sono sazianti e non possono sostituirsi a un pasto. Chewing gum e soda, invece, stimolano l’appetito. Si possono però sostituire con bastoncini di liquirizia e una tisana.

Photo Credits| ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>