Dieta anti afa: come regolarsi

Spread the love

Qual è la dieta anti afa da seguire migliore in questo periodo? Il caldo asfissiante non dà tregua in questi giorni e probabilmente non lo farà per settimane. Vediamo insieme come aiutarci ad affrontare il periodo mangiando in modo corretto.

Come regolarsi nella dieta anti afa

Le temperature sono salite, l’umidità è presente: da qualsiasi punto di vista si decida di osservare la situazione il caldo è insopportabile. Proprio per tale motivo è bene regolarsi bene dal punto di vista alimentare, cercando di seguire una dieta che ci consenta di essere in forze e freschi.

Partiamo da una delle cose alle quali dovremmo rinunciare per seguire una dieta anti afa corretta: l’aperitivo. Questo tipo di spuntino, che possiamo approcciare anche quando siamo a dieta, non è propriamente il top quando fa caldo. A meno che non puntiamo su una bevanda analcolica.  Quando fa troppo caldo, l’alcol va consumato davvero in piccolissime quantità. Non solo per le sensazioni di calore che fa provare ma anche perché è una sostanza che non rende facile bruciare le calorie di quel che mangiamo nel corso dell’estate. Proprio per via delle alte temperature.

Un alimento che non deve mancare nella dieta anti afa è la frutta, per la quale sono ammesse fino a cinque porzioni giornaliere. D’estate si ha il vantaggio poi di avere molti frutti di stagione a disposizione. E il suo consumo è consigliato dai nutrizionisti fin dalla colazione dove una macedonia di frutta fresca può essere appaiata al caffè o al cappuccino. Vitamine e idratazione sono il top per iniziare bene una calda giornata.

Attenzione al tipo di gelato scelto

La frutta deve essere consumata preferibilmente anche negli spuntini. E per quel che concerne il pranzo, in una potenziale dieta anti afa è meglio mangiare in modo più sostanzioso piuttosto che farlo a cena. Via libera a una pasta con condimento fresco e verdure, seguite da pesce.

Quando le temperature si alzano sale la voglia di gelato: se si vuole dimagrire è bene tenersi lontano da creme e optare per del gelato alla frutta o un sorbetto.  E per la cena, magari via libera a un’insalata di riso come piatto unico e fresco, o in alternativa tanta verdura e delle proteine.

La sera insomma bisogna puntare a rimanere leggeri, proprio per far sì che la nostra dieta anti afa non ci porti ad affrontare digestioni troppo importanti.  Ovviamente rimane basilare l’idratazione e quindi non bisogna dimenticarsi di bere, dato che sudando con il caldo si perdono sali minerali e liquidi.

Lascia un commento