Dieta anti ansia, cosa mangiare

di Valentina Commenta

Cosa mangiare se si decide di seguire una dieta anti ansia? Il detto mens sana in corpore sano è validissimo anche in questo caso: mangiando gli alimenti giusti possiamo aiutare il nostro cervello e la nostra psiche a lavorare meglio.

5 regole pieno vitamina D estate

Ciò a cui bisogna puntare, essenzialmente, è assumere tutti quegli alimenti che aiutano i neurotrasmettitori a funzionare meglio, partendo dagli acidi grassi Omega 3 che non solo apportano benefici all’organismo ma nello specifico possiedono degli effetti antidepressivi. Ecco che quindi è consigliato dare il via libera al salmone, al tonno, alle sardine ed allo sgombro ma anche, ad esempio a frutta secca come le noci.

Un altro nutriente “anti ansia” è rappresentato dalle vitamine del gruppo B e dall’acido folico. Secondo una ricerca recentemente condotta il consumo di cibi contenenti questi nutrienti aiuta ad abbattere il rischio di insorgenza o recidiva di depressione,regolando in maniera semplice l’umore. Quali sono gli alimenti che consentono di assumere le giuste dosi? E’ presto detto: cereali fortificati, soia, latte di riso, carne: per ciò che riguarda l’acido folico ci si può affidare alle verdure a foglia verde come gli spinaci, la bieta e l’indivia ma anche a broccoli,  rape rosse, asparagi, carciofi, rucola, legumi (fagioli, piselli, ceci nello specifico, N.d.R.) e agrumi. Grazie all’effetto che una sana flora batterica intestinale ha sull’umore è consigliato anche (e non solo perché ottimali dal punto di vista nutrizionale, N.d.R) consumare buone quantità di fibre e non far mancare mai al corpo il giusto apporto proteico, sia esso derivante da alimenti di origine animale o vegetale.