Denzel Washington si converte alla dieta vegetariana

di Tippi Commenta

Anche per Denzel Washington arriva la svolta vegetariana. Il celebre attore, infatti, ha deciso di abbandonare tutti gli eccessi del passato e di sposare un regime alimentare più salutistico. Ad annunciarlo è stato lui stesso, ma ogni tanto, come ha confessato in un’intervista per WENN, “bara” e mangia il pollo.

L’occasione per cambiare stile alimentare è arrivata durante la lavorazione per uno spettacolo di Brodway. Come ha dichiarato Denzel Washington:

Qqqqwqqqqqn fvfvuando ho recitato in Fences, a Broadway, mi sono come risvegliato all’idea di tornare alle basi in ogni ambito di vita. Mi sono promessi di lavorare con più impegno e di mangiare bene.

L’attore, infatti, avendo un metabolismo molto lento, ha la tendenza ad ingrassare, mentre con la dieta vegetariana riesce a controllare meglio il suo peso. È chiaro che, come capita a tutti i neofiti di questo regime alimentare, non è sempre facile resistere alle tentazioni, ma l’importante è iniziare.

Chi vuole abbracciare la dieta vegetariana inizialmente fa fatica a “rinunciare” alla carne e al pesce, ma in fondo è soltanto una questione di abitudine. Uno dei più grandi sostenitori di questo regime è Umberto Veronesi, che più volte ne ha sottolineato i benefici per la salute. secondo l’esperto, vegetariano a sua volta, la carne non è essenziale alla nostra alimentazione, nemmeno durante lo svezzamento, perché anche in altri cibi si possono trovare tutti gli elementi nutritivi indispensabili.

Tra gli aspetti più contestati della dieta vegetariana, che a differenza della dieta vegana non esclude il consumo dei derivati degli alimenti di origine animale (es. uova, formaggi, latte, yogurt), c’è la presunta carenza di proteine. In realtà per i vegetariani i cibi proteici non scarseggiano affatto, e a parte i legumi esistono moltissime alternative alla carne e al pesce, quali:

  • Frutta secca. Noci (24,06 g di proteine ogni 100 g di prodotto), mandorle (21,22 g di proteine ogni 100 g di prodotto), pistacchi (20,95 g di proteine ogni 100 g di prodotto), arachidi, ecc.
  • Semi. Semi di zucca (30,23 g di proteine ogni 100 g di prodotto), semi di girasole (17,28 g di proteine ogni 100 g di prodotto).
  • Cereali (grano, avena e riso)
  • Latte di soia. È una buona fonte di proteine ed è una valida alternativa al latte vaccino. Si ottiene dalla spremitura dei fagioli di soia gialla. Si trova nei supermercati sia al naturale o aromatizzato. Avendo problemi con il lattosio, posso dirvi che quello aromatizzato alla vaniglia è davvero gustoso.
  • Tofu. Si ottiene cagliano il latte di soia ed è un cibo della tradizione orientale. È disponibile in molte preparazioni, e non tutti i tipi di tofu possono essere consumati allo stato naturale, sono più gradevoli quando vengono aromatizzati con le erbe o se utilizzati per farcire torte sale e dolci.
  • Seitan. È molto ricco di proteine e si ricava dalla proteina del frumento, il glutine. Viene venduto in diverse preparazioni, affettato, a spezzatino, ecc.
  • Proteine vegetali ristrutturate. Si tratta di un prodotto a base di soia disidratato venduto sotto forma di spezzatino o polpette. Si fa rinvenire facendolo bollire nel brodo vegetale per qualche minuto o nell’acqua semplicemente, e poi va strizzato bene.
  • Tempeh. È una vera miniera di proteine e si ottiene dai fagioli di soia gialla fermentati. Viene venduto confezionato a fette e si può preparare in vari modi.
  • Hamburger e polpette vegetali. Sono prodotti con un mix di ingredienti quali seitan, cereali, proteine di soia ristrutturate, verdure, ma anche uova e formaggio. Si trovano nel banco frigo.
  • Lievito in scaglie. È un’ottima fonte di proteine, ma anche di minerali e vitamine. Viene usato come variante del formaggio, ed è buono con l’insalata.
  • Muscolo di grano. È composto dal glutine di frumento e dalla farina di legumi. Si usa per fare scaloppine, spezzatini, ecc.

Photo Credit| Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>