Qualche consiglio per chi ha poco tempo per rimettersi in forma

di Claudia Commenta

Ci siamo quasi, l’estate sta arrivando e i corpi iniziano a scoprire bellezze e impefezioni. Fermo restando che alla prova costume ci si dovrebbe pensare con molto anticipo (l’ideale sarebbe tenersi in forma tutto l’anno) e che il popolo dell’ultimo minuto è sempre numeroso, eccovi di seguito qualche consiglio utile per perdere peso o quanto meno per non arrivare con un fisico appesantito dagli eccessi di feste, eventi e dormite sul divano di casa.

Per iniziare, partiamo da una semplice domanda “Com’è la mia giornata tipo, le mie abitudini e i miei stili di vita?”. Per rispondere a queste domande potreste stilate una sorta di anamnesi, segnando quali sono le ore della giornate in cui sentite maggiormente il bisogno irrefrenabile di mangiare, quali sono i cibi che in genere desiderate di più (dolce o salato), se c’è qualcosa che in genere innesca la voglia di mangiare, quanto tempo dedicate alle passeggiate, quanto tempo passate stando sedute, ecc.

Sapere tutto questo vi aiuterà a non essere colte impreparate di fronte a ciò che in genere fa prendere peso. Il primo consiglio è di svegliarsi molto presto la mattina perchè, se è vero che dormendo si dimagrisce, è altrettanto vero che togliamo la possibilità di organizzare in modo adeguato le giornate. Appena alzate, fate una colazione leggera ma nutriente, evitate gli inutili digiuni che comporterebbero solo un aumento di fame nervosa e un conseguente aumento di peso.

Se siete delle persone che passano molto tempo sedute al lavoro, lo svegliarvi prima del solito vi permette di fare una rilassante camminata per raggiungere il posto di lavoro. Queste camminate mattutine, oltre che aiutarvi a bruciare le calorie, vi permetteranno di iniziare la giornata lavorativa in modo meno frenetico. Durante la mattina, non privatevi di uno spuntino light, questo vi aiuterà a non arrivare con troppa fame all’ora di pranzo.

Per il pranzo ritagliatevi un tempo sufficiente per poter mangiare con calma e lentamente, il mangiare velocemente non solo favorisce il mangiare quantità di cibo elevate ma fa sì che il nostro senso di sazietà duri molto meno e il bisogno dei fuori pasto aumenti sempre di più. Se non avete la possibilità di tornare a casa e avete la necessità di mangiare fuori casa, scegliete cibi leggeri e non lasciatevi sedurre dai piatti ipercalorici.

Se proprio non riuscite a resistere ai buoni profumi che provengono dai piatti dei vostri vicini, comprate il vostro cibo e consumatelo in ufficio, lontani dalle tentazioni. Per la cena, abbiate cura di pensarci con anticipo, la fretta di pensare a cosa mangiare può indurre a comprare dei piatti già pronti (in genere ipercalorici) o ad utilizzare prodotti in scatola. La sera, finito l’orario di lavoro, famiglia permettendo, dedicate un pò di tempo alla cura del corpo.

Se non avete la possibilità di andare in palestra, in piscina o di fare jogging, programmate degli spazi per l’autommassaggio o per l’attività fisica. Per esempio, in giorni stabiliti della settimana, optate per piatti da preparare e cucinare al forno: il tempo di cottura delle pietanze potreste occuparlo per i massaggi o per fare un pò di attività con la cyclette o qualunque altro attrezzo abbiate in casa. 

Per superare la noia, che un automassaggio o che l’attività fisica fatta in casa potrebbe procurare, organizzatevi in modo funzionale: chiamate un’amica e in vivavoce fate due chiacchiere mentre massaggiate il corpo con prodotti snellenti o creme anti-cellulite, fate attività davanti al vostro film preferito oppure ascoltate della buona musica.