L’alimentazione per avere un’abbronzatura perfetta

di Daniela Commenta

Con i primi week end al mare arriva anche la prima tintarella che, si sa, vorremmo far durare tutti più a lungo; escludendo creme e lozioni che promettono di mantenere la pelle dorata, ecco che un valido aiuto ci può venire dall’alimentazione, e in particolare dai cibi con proprietà abbronzanti.

State tranquilli, la classifica degli alimenti amici dell’abbronzatura non è improvvisata, è stata stilata dalla Coldiretti nell’ambito di “Bio sotto casa”, una manifestazione tenutasi a Roma per sensibilizzare il pubblico sul tema dell’agricoltura biologica. Gli esperti della Coldiretti ha evidenziato come, certi alimenti, oltre ad essere salutari, possono essere utili per dare un po’ di colorito alla pelle.

I cibi presenti nella classifica della Coldiretti sono quelli ricchi di vitamina A, in grado di favorire la produzione della melanina, il pigmento in grado di donare colore alla pelle; al primo posto della lista figurano le carote, che contengono ben 1.200 mcg. di vitamina A ogni 100 grammi, il secondo posto va agli spinaci, che ne possiedono quasi la metà, e poi, a ruota, cicoria, lattuga, melone giallo, sedano, pomodori, peperoni, pesche gialle, fragole, ciliegie e cocomero.

In via di principio, quindi, la frutta e la verdura di stagione è tutta utile sia per favorire l’abbronzatura che per mantenersi in salute e in linea, visto che contiene vitamina A, C, ed E, e tante fibre. Inoltre, frutta e verdura sono utili per combattere il caldo e dissetarsi, in quanto permettono di reintegrare i sali minerali persi e di garantire l’efficienza dell’intestino.

Affinché vi sia più chiara la lista della frutta e della verdura amica dell’abbronzatura, ecco le direttive della Coldiretti espresse sotto forma di schema.

Si ricorda che i valori di vitamina A sono espressi per 100 grammi di parte commestibile.

Carote: 1.200 mcg.
Spinaci: 600 mcg.
Radicchio: 500-600 mcg.
Albicocche: 350-500 mcg.
Cicoria e lattuga: 220-260 mcg.
Melone giallo: 200 mcg.
Sedano: 200 mcg.
Peperoni: 100-150 mcg.
Pomodori: 50-100 mcg.
Pesche gialle: 100 mcg.
Cocomero: 30-40 mcg.