La nuova dieta del nutrizionista Nicola Sorrentino

 
Tippi
27 ottobre 2012
Commenta

diario alimentare 275x150 La nuova dieta del nutrizionista Nicola Sorrentino

Arriva l’ennesimo libro per stare bene e perdere peso: la dieta Sorrentino, che porta il nome del suo ideatore, il medico nutrizionista Nicola Sorrentino. Lo specialista ha un’esperienza pluriventennale nel campo della nutrizione e da sempre sostiene che un’alimentazione corretta è importante non soltanto per dimagrire ma anche per stare bene e vivere più a lungo.

Nel libro edito da Mondadori, che s’intitola “La Dieta Sorrentino – La Vera Dieta Salutare per Dimagrire e Stare Bene” il nutrizionista non considera la dieta come una sorta di pozione magica per avere una silhouette perfetta, quanto un modo di alimentarsi “educato”, e consiglia ricette per ogni giorni ispirate alla dieta mediterranea, ritenuta la migliore perché completa sotto tutti i punti di vista.

Le 10 regole della dieta Sorrentino

  1. L’eccesso di proteine fa male. Numerosi studi hanno dimostrato che l’eccesso di proteine animali fa male ai reni, al fegato e all’intestino è causa, inoltre, di problemi circolatori e dell’osteoporosi.
  2. La pasta non fa ingrassare. Questo, in effetti, è più un mito alimentare che una realtà. La pasta è un alimento salutare e fa bene anche all’umore perché contiene il triptofano, un aminoacido coinvolto nella produzione della serotonina, l’ormone del buonumore.
  3. Il cioccolato è un buon alimento. Molte ricerche hanno dimostrato come il consumo moderato di cioccolato, soprattutto se fondente, fa bene all’umore ed è in grado di prevenire il disturbi cardiaci.
  4. L’olio extra vergine d’oliva fa bene. Sebbene i grassi vadano limitati, sono importanti perché rafforzano le membrane cellulari. Inoltre, essendo ricco di sostanze antiossidanti protegge da malattie cardiovascolari e dall’invecchiamento precoce.
  5. Niente fa male: dipende dalla quantità. Questo, a mio avviso, è il primo “comandamento” di qualsiasi regime alimentare che si professi corretto. Non bisogna eliminare nulla dalla propria dieta e anche gli “sgarri” una tantum sono concessi, ne va della salute mentale.
  6. Attenzione alla stagionalità degli alimenti. In inverno, ad esempio, il nutrizionista consiglia di consumare più cibi cotti, minestre e proteine animali, mentre in autunno più alimenti crudi e poca frutta.
  7. Un mese basta per perdere 1 taglia. Questo, secondo Sorrentino è possibile solo consumando frutta, verdura, pasta, pane, legumi e 1 volta a settimana la pizza.
  8. Bere acqua. È una vecchia buona regola, bere almeno 1 litro al giorno, infatti, aiuta ad eliminare le tossine e favorisce il buon funzionamento intestinale.
  9. No alle diete monoalimenti (ad esempio la dieta del pompelmo) a quelle fai da te e quelle che suggeriscono di mangiare a volontà, senza pesi né misure.
  10. Variare. È importante avere un’alimentazione quanto più possibile varia.

Personalmente, aggiungerei l’11° comandamento: fare movimento con regolarità. Una dieta corretta, a mio avviso, è un po’ monca se non prevede un costante e moderato esercizio fisico. Non è necessario andare in palestra, basta anche una cyclette o un tapis roulant, dei pesi, una corda per allenarsi in casa.

Photo Credits|ThinkStock

 

Articoli Correlati
Lista Commenti