Vitamine, cosa sono e perchè sono importanti

di Silvana 12

Le vitamine rappresentano nutrienti essenziali per la salute dell’organismo poichè svolgono un ruolo fondamentale nella regolazione dell’attività metabolica e delle funzioni cellulari.

Il fabbisogno vitaminico varia da individuo a individuo in funzione dell’età, dello stile di vita, delle condizioni fisiologiche e delle abitudini alimentari.

Dal momento che il nostro organismo non è in grado di sintetizzarle, le vitamine vanno necessariamente assunte attraverso l’alimentazione. Questo è fondamentale  per la prevenzione di alcune patologie, tra cui alcuni tipi di anemia e di cancro.

Lo stato di carenza vitaminica è detto ipovitaminosi, mentre quando esse sono addirittura assenti dall’organismo si parla di avitaminosi. Ciascuna di queste condizioni causa sintomi differenti a seconda del tipo di vitamina carente o assente e può dipendere da un aumento del fabbisogno vitaminico (ad esempio in gravidanza), da una insufficiente assunzione di vitamine attraverso gli alimenti o da alterazioni intestinali che ne limitano, o ne impediscono, l’assorbimento come avviene in caso di patologie croniche o negli alcolisti.

Si parla invece di ipervitaminosi quando vi è una quantità eccessiva di vitamine nell’organismo. Tale condizione può riguardare una singola vitamina o uno specifico gruppo. In genere è determinata dall’abuso di integratori.

Distinguiamo due gruppi fondamentali di vitamine: idrosolubili e liposolubili

Vitamine idrosolubili

Le vitamine idrosolubili non sono accumulabili dall’organismo e quindi vanno assunte quotidianamente attraverso l’alimentazione:

Ne fanno parte tutte le vitamine del gruppo B: Tiamina (vitamina B1), Riboflavina (vitamina B2), Acido pantotenico (vitamina B5), Piridossina (vitamina B6), Cobalamina (vitamina B12), e le vitamine C (acido ascorbico), H (biotina), PP (niacina), e l’acido folico.

Vitamine liposolubili

Le vitamine liposolubili vengono assorbite dall’organismo insieme ai grassi alimentari e si accumulano nel fegato dove vanno a costituire una riserva, per questo motivo i sintomi da carenza si manifestano solo quando non le assumiamo per lungo tempo. Vediamole:

Retinolo (vitamina A), Tocoferolo (vitamina E), calciferolo (vitamina D), vitamina K.

Commenti (12)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>