Tisane dimagranti fai da te, ricette autunnali

di Tippi Commenta

Parlare di tisane dimagranti, è bene subito precisarlo per non creare false aspettative, non è corretto. Alcune piante officinali, infatti, hanno sì proprietà depurative e drenanti, ma non agiscono direttamente sul peso e soprattutto sono inefficaci se non inserite nel contesto di una dieta ipocalorica bilanciata. Vediamo insieme quali sono le tisane alleate del peso forma.

Le tisane fanno dimagrire?

Le tisane bruciagrassi possono essere un valido aiuto se si desidera perdere peso, soprattutto per placare la fame nervosa, in caso di pancia gonfia o per favorire la diuresi per contrastare la ritenzione idrica, anticamera della cellulite. Come anticipato, però, non rappresentano un sostituto delle buone abitudini alimentari e più in generale di uno stile di vita sano. È chiaro, che per dimagrire occorre seguire un regime dietetico povero di grassi e svolgere attività fisica. Abbuffarsi e poi bere una tisana depurativa, certamente, non serve a molto!

Tisane per favorire la perdita di peso

Tisana con fucus: il fucus o quercia marina è un alga ricchissima di iodio che cresce lungo le coste dei mari temperati e freddi dell’emisfero Nord e si ritrova in abbondanza nel canale della Manica. Lo iodio, come saprete, è indispensabile per il corretto funzionamento della tiroide, i cui ormoni influenzano il metabolismo energetico. Per questo motivo, è consigliato nelle diete per favorire il dimagrimento. Questo rimedio naturale, però, è controindicato in chi soffre o ha sofferto in passato di disturbi tiroidei e in caso di cardiopatie. In commercio si trovano quelle già pronte o in alternativa potete rivolgervi all’erborista, che potrà preparavi una miscela con altre piante sinergiche.

Tisane per favorire la diuresi

Tisana di betulla: la betulla è nota per la sua azione diuretica, ma anche per la sua capacità di regolare i livelli di colesterolo. Di questa pianta, tipica delle zone del nord, viene utilizzato l’estratto delle foglie a scopo curativo contro la cellulite. La tisana si prepara con 2 cucchiaini di foglie di betulla in una tazza d’acqua bollente. Lasciate in infusione per 10 minuti e filtrate. Bevetene al massimo 4 tazze al giorno.

Tisana di ortosifon: l’ortosifon è una pianta ricca di antiossidanti è nota per essere un potente diuretico. Spesso, infatti, viene inserito anche all’interno integratori alimentari dimagranti (combinato più spesso con estratti di tè e di ananas), ideali per supportare diete ipocaloriche. Di questa pianta originaria del Sue Est asiatico e dai fiori bianchi e viola, si utilizzano soprattutto le foglie e le sommità. La tisana drenante si prepara con 1 cucchiaino da caffè in 1 tazza d’acqua. Lasciate riposare per qualche minuto, filtrate e poi bevete. Si consiglia di non superare la 4 tazze al giorno.

Tisane bruciagrassi

Tisana allo zenzero: dello zenzero, una pianta di origine asiatica, si utilizza il rizoma decorticato, che oltre ad avere proprietà carminative e antiemetiche (anti-nausea) è anche bruciagrassi poiché accelera il metabolismo. Per preparare la tisana tagliate 4-5 fettine di zenzero fresco e mettete a bollire l’equivalente di 1 tazza di acqua. Ad ebollizione aggiungete lo zenzero e abbassate la fiamma al minimo. Lasciate bollire per circa 4 minuti, spegnete e filtrate. Poi bevete.

Un accorgimento importante. Le tisane vanno bevute subito dopo la preparazione poiché la conservazione disperde i principi attivi. Sarebbe preferibile anche non aggiungere dolcificanti di alcun tipo, anche perché lo zucchero ha un elevato potere calorico (1 cucchiaino contiene 20 kcal). In alternativa, si può utilizzare il miele o ancora meglio la stevia, un dolcificante naturale privo di calorie, ricavato dalle foglie di una pianta originaria dell’America del sud, 300 volte più dolce dello zucchero. Può essere impiegata in tutta tranquillità anche dai diabetici poiché è priva di zuccheri e non altera i livelli della glicemia. Inoltre, non provoca carie e placca dentale.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>