Sportivi e in forma, la dieta dell’interista Lukaku

di Valentina Commenta

Romelu Lukaku, giocatore dell’Inter, appare come mai prima in una forma davvero smagliante: quale dieta segue il calciatore per riuscire ad avere un fisico così definito e portare in campo prestazioni di livello? Scopriamolo insieme.

Dieta equilibrata prettamente mediterranea per Lukaku

Lukaku è un centravanti caratterizzato da una presenza fisica davvero imponente: si parla di 1,91 m di altezza per novantatré chili ben distribuiti di muscoli e potenza: la sua forma fisica non è mai stata migliore e i risultati di un costante allenamento e una sana alimentazione si fanno vedere: il calciatore ha infatti totalizzato 24 gol distribuiti in 33 presenze in campionato. Viene spontaneo chiedersi, quale dieta sta seguendo Lukaku per riuscire ad avere questo fisico perfetto e portare importanti prestazioni in campo?

E’ stato l’attaccante belga a raccontare ai suoi fan nel corso di un podcast registrato per la società neroazzurra. L’uomo ha spiegato che è stato proprio l’arrivo all’Inter a cambiare in modo positivo il suo approccio all’alimentazione con il passaggio a una dieta prettamente mediterranea. Ha spiegato il ventiseienne:

Non cambio molto il mio modo di mangiare, per come giochiamo dobbiamo avere un fisico molto forte, corriamo molto: da quando seguo questo stile di vita mi sento meglio sul campo da gioco, mi sento più reattivo e più veloce. La mia dieta consiste in insalata per pranzo, molto petto di pollo, pasta shirataki. Amo le patate dolci e il riso nero. Pasta? Pochissima.

Pasta Shirataki e carboidrati pre e post partita

In poche parole un buon apporto proteico e pochi carboidrati raffinati. La pasta shirataki nominata da Lukako è una tipologia di pasta giapponese che viene di solito utilizzata da chi soffre di celiachia o da chi è a dieta e non vuole privarsi troppo della pastasciutta. Essa infatti possiede circa10-20 calorie per cento grammi, è priva di grassi, glutine e lattosio.

Lukako ha spiegato di concedersi un vero e proprio carico di carboidrati solo il giorno prima e il giorno dopo una partita:

Il giorno prima di una partita posso esagerare con i carboidrati ma il vero carico lo faccio il giorno dopo. La maggior parte delle volte mangio due pacchi interi di gnocchi, dipende da cosa prepara lo chef dell’Inter. Entrano in circolo molto velocemente, mi aiutano tanto. Inizio anche subito dopo una gara, già allo stadio. E quando so che non troverò da mangiare me lo porto da casa.

Insomma, la sua dieta rende possibile apportare al suo organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno per mantenere alta l’energia e le prestazioni sul campo.

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>