Il soffritto è utile contro lo stress ossidativo di cuore e arterie

di Daniela Commenta

Il tipico soffritto della cucina mediterranea fa bene alle arterie e al cuore e lo proteggono dallo stress ossidativo. La scoperta si deve ai risultati di uno studio condotto dall’università di Barcellona e pubblicato sulla rivista scientifica “Food Chemistry”.

Un soffritto che si rispetti? Quello a base di aglio, cipolla, sedano, carote e olio extravergine d’oliva! Insomma, il tipico soffritto della cucina mediterranea non è solo buono: alla luce della ricerca condotta dall’Università di Barcellona è utile anche per proteggere il cuore e le arterie dallo stress ossidativo in quanto fornisce all’organismo circa quaranta antiossidanti.

Il soffritto che più di ogni altro è in grado di apportare queste sostanze benefiche all’organismo è quello per il sugo di pomodoro, ma è altrettanto utile quello come base per l’arrosto. Grazie a questa scoperta viene messa in discussione la classica considerazione che vedeva il soffritto come una preparazione pesante e dannosa sia per la linea che per il livello di colesterolo.

In realtà, il soffritto è in grado di apportare all’organismo ben 40 polifenoli antiossidanti, quali i carotenoidi, il betacarotene e il licopene, tutte sostanze essenzali per la salute di arterie e coranarie, oltre ad essere utili per combattere lo stress ossidativo, l’invecchiamento precoce e proteggere da alcuni tipi di cancro.

Attenzione, però: questo effetto benefico si ottiene solo combinando insieme gli alimenti vale a dire che, mangiandoli separatamente, non darebbero gli stessi benefici, come spiega la dottoressa Anna Vallverdz Queralt, una delle autrici dello studio:

Esiste un effetto sinergico tra gli ingredienti che si traduce in un numero più elevato di polifenoli totali.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>