Sali e bendaggi anticellulite che funzionano da fare a casa

di Tippi Commenta

La cellulite è un problema tipicamente femminile ed è molto di più che un semplice inestetismo della pelle. Come spiegano gli esperti, infatti, si tatta di una vera e propria patologia, che deriva da un’alterazione del derma e dell’ipoderma (tessuto adiposo). Vediamo insieme quali sono i bendaggi che funzionano e come farli a casa.

Bendaggi per cellulite: funzionano?

Prima ancora di rispondere a questa domanda, sarebbe opportuno chiarire in che senso è possibile “curare” la cellulite. In realtà i risultati migliori si ottengono quando la cellulite è al primo stadio. Questa fase, chiamata anche edematosa, è caratterizzata dalla presenza di gonfiore a causa del ristagno di liquidi nel tessuto e di accumulo di grasso e acqua nelle cellule, ma la cute è ancora tesa ed elastica. In questo caso i bendaggi anticellulite, compresi quelli da fare a casa, possono essere un’arma molto efficace.

Bendaggi anticellulite da fare a casa

  • Bendaggio anticellulite agli oli essenziali: in un contenitore abbastanza capiente mescolate 6 cc di olio essenziale di camomilla, 6 cc di olio essenziale di cipresso, 6 cc di olio essenziale di timo, 6 cc di olio essenziale di lavanda e 6 cc di olio essenziale di eucalipto. Diluite 60 cc di acqua distillata e miscelate. Immergete le bende, che dovranno impregnersi completamente nella soluzione. Avvolgete le parti da trattare. Il bendaggio deve essere aderente, ma senza comprimere eccessivamente, con direzione ascendente. Lasciate in posa per 30 minuti ed eliminate le bende. Gli oli non vanno sciacquati via, ma lasciati asciugare. Si consiglia di eseguire il trattamento 2-3 volte alla settimana.
  • Bendaggio con la torba: la torba è un materiale organico in grado di esercitare una potente azione drenante. Grazie alle sue proprietà, infatti, riduce i depositi adiposi, stimola la circolazione sanguigna e linfatica e rende la pelle morbida e setosa. Immergete delle bende di cotone nella torba liquida. Una volta che saranno ben imbevute di prodotto applicatele sulle zone da trattare. Ricordate che il bendaggio deve essere aderente, ma mai costrittivo, e deve seguire la direzione della circolazione (dal basso verso l’alto). Lasciate agire per mezz’ora, poi eliminate le bende e risciacquate con acqua fresca e tiepida.

Anche i fanghi anticellulite fai da te sono ottimi da abbinare ai bendaggi come quello alle alghe. In una ciotola mescolate 1 cucchiaio di argilla con 50 g di alga kelp polverizzata (o qualunque altra alga bruna). Aggiungete l’acqua calda poco alla volta, meglio se termale, in modo che l’impasto non sia troppo liquido. Infine aggiungete qualche goccia di olio essenziale di centella asiatica o rosmarino o pungitopo. Applicate il fango con un pennello a setole dure, poi avvolgete la parte trattata con la pellicola trasparente e lasciate in posa per 30 minuti. Risciacquate con acqua tiepida.

Sali anticellulite

Anche il sale marino, dalle proprietà drenante e rimodellanti, può essere utile per combattere la cellulite in quanto favorisce l’eliminazione dei ristagni di liquidi. Tra i più indicati ad uso cosmetico ci sono:

  • Sale del Mar Morto: è ricco di magnesio e potassio e svolge un’azione anti gonfiore e antinfiammatoria. Si usa sotto forma di peeling e si prepara versando 500 grammi di sale del Mar Morto nella vasca, con dell’acqua molto calda, poi si aggiunge l’acqua fredda fino a portare la temperatura a 36-38 gradi. Il trattamento prevede 1 ciclo di 5 bagni a giorni alterni, la sospensione per 3 giorni e la ripetizione del ciclo.
  • Sale dell’Himalaya: è composto da circa 84 minerali diversi, tra cui calcio, potassio, zinco, rame e diverse sostanze antiossidanti. Il peeling si prepara con 3 cucchiai di sale, 2 grossi pizzichi di alghe marine, 1 cucchiaino di farina d’avena, 2 cucchiaini di olio vegetale e 2 gocce di olio essenziale di lemongrass. Mettete a macerare per qualche minuto le alghe sbriciolate in un po’ d’acqua fredda, strizzatele e unitele al sale precedentemente tritato e all’olio. Fate una doccia veloce e lasciate la pelle leggermente inumidita a livello delle cosce e dei glutei. Strofinate la miscela con movimenti circolari e risciacquate con una docciatura tiepida.

Vorrei ricordare che per prevenire e attenuare la cellulite (perché una volta che è comparsa o te la tieni o intervieni chirurgicamente) è chiaro che bisogna agire su più fronti e non solo quello estetico. L’alimentazione e l’esercizio fisico regolare e costante restano, infatti, le prime armi da sfoderare.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>