Alga Kelp per riattivare il metabolismo

di Silvana 10

alga_kelp

Con il termine Kelp si fa riferimento a diversi tipi di alghe tutte appartenenti al genere Laminaria. L’alga Kelp in particolare è un alga bruna e cresce negli ambienti marini dell’oceano Pacifico. Le vengono riconosciute proprietà come stimolante metabolico ad azione ipolipemizzante ed ipoglicemia, proprietà sazianti, azione antiossidante e lassativa, drenante e anticellulite.

L’alga kelp, come tutte le alghe brune, ha un elevato contenuto di iodio, per questo motivo è utilizzata come ausilio nell’attivazione della funzionalità tiroidea, ed è utile quando un metabolismo eccessivamente lento impedisce di perdere peso nonostante una dieta dimagrante. Gli integratori a base di alga kelp vengono quindi assunti come coadiuvanti nella cura dell’obesità soprattutto quando questa è aggravata dal metabolismo rallentato e dalla diminuita attività tiroidea.

Le alghe rappresentano quindi una ricchissima fonte di sali minerali quali calcio potassio e magnesio ma a spiccare è soprattutto il contenuto di iodio, che è ritenuto il loro minerale tipico: quest’ultimo infatti è contenuto nelle alghe in forma organica e quindi maggiormente assorbibile dall’organismo.

Come accennato, l’alga kelp ha anche azione drenante anticellulite (l’effetto drenante contrasta il ristagno dei liquidi in eccesso che caratterizza i tessuti cellulitici) e seboregolatrice di cute e cuoio capelluto. Inoltre, la presenza di arginati e mucillagini ha il potere di ridurre l’appetito e di rallentare  l’assorbimento intestinale di carboidrati, grassi (con effetti ipocolestolemizzanti) e proteine.

In ogni caso ricordate di consultare un medico prima di assumere integratori di questo tipo, l’alga kelp proprio per il suo elevato contenuto di iodio è infatti controindicata in caso di ipertiroidismo, ipertensione, cardiopatie e non va usata in gravidanza e allattamento.