Ronaldo suggerisce la sua dieta al Manchester: protesta dei compagni

di Valentina

Ronaldo suggerisce la sua dieta al Manchester United e scatta la protesta dei compagni: quella che potrebbe sembrare una semplice battuta è in realtà quello che è successo davvero in questi giorni. A quanto pare il regime alimentare di CR7 non è apprezzato dagli altri atleti, i quali non ci hanno pensato due volte nel mostrare il loro dissenso.

Compagni di squadra contrari al cambiamento

Sembra infatti, secondo quanto ha riportato il tabloid Sun, che Cristiano Ronaldo abbia discusso con i propri compagni di squadra perché avrebbe consigliato al cuoco del team inglese di preparare un menu diverso, basato sui suoi cibi preferiti. Partiamo da un presupposto: parte della fortuna calcistica del giocatore dipende dal fatto che segua una precisa dieta che si adatta alle sue esigenze fisiche e che gli consente di spingere a livello agonistico come pochi altri atleti nel mondo del calcio della sua età.

Tra i “piatti incriminati” vi sarebbero il Bacalhau a Braz, ovvero uno stufato di baccalà, con patate e uova che i suoi compagni non sembrano gradire particolarmente. Stessa cosa varrebbe per il polpo, che Cristiano Ronaldo ha inserito nella sua dieta da tempo e che ama moltissimo. Il punto non è l’utilizzo di specifici alimenti che, perfetti per il giocatore portoghese sarebbero ottimi anche per gli altri calciatori del Manchester United, ma nelle ricette che non farebbero impazzire particolarmente i compagni di squadra di CR7.

Una dieta sana ma non semplice da seguire

Non è una novità che sia proprio la dieta di Ronaldo ad aiutarlo ad avere e mantenere la forma fisica che ha: se c’è qualcosa alla quale il giocatore dedica moltissima attenzione è proprio la condizione fisica che cura attraverso l’allenamento e ciò che mangia. Tutti i cibi consumati dal campione sono di tipo biologico e naturale. Consuma in particolare pesce, pollo, manzo, uova, avocado e riso nero, oltre a verdure, insalate, frutti di mare, proteine e l’olio di cocco.

La sua dieta predilige infatti carboidrati in grado di saziarlo e dargli la giusta energia da consumare e proteine nobili che lo aiutano ad avere la massa magra e la muscolatura che lo caratterizzano. Va detto che l’organizzazione alimentare di Ronaldo non è facilmente gestibile da tutti: non stupisce quindi che i suoi compagni di squadra si siano lamentati della proposta dell’ex giocatore, la cui dieta deve essere sembrata estrema anche per loro che sono abituati a mangiare sano.

Chissà come andrà a finire: si dovranno abituare i suoi compagni a un nuovo regime alimentare o riusciranno a lasciare le cose inalterate?