La pancetta degli uomini dipende dagli ormoni femminili

di Mariposa Commenta

La vita di coppia è bella, ma è anche difficile. Molte volte ci si sente in colpa anche per cose che non dipendono direttamente da noi. Avete mai notato che quando i partner vanno a convivere spesso tendono a ingrassare: il cambio di vita, di alimentazione e probabilmente anche quel pizzico di serenità in più che fa deporre le armi della caccia. Secondo gli esperti dell’Università di Pennsylvania, se lui ha la pancetta è colpa di lei, anzi dei suoi ormoni.

Un recente studio ha dimostrato che il processo di invecchiamento dell’uomo dipende anche dal crollo della produzione del testosterone e non è tutto, perché gli estrogeni, i più noti ormoni femminili, ricoprono per l’uomo un ruolo importantissimo, più di quanto non si sia immaginato fino a questo momento. Per avere un’idea: la caduta di quest’ormone contribuisce a far lievitare il girovita, proprio come succede a noi donne.

Insomma, la colpa (sempre che di colpa si possa parlare) non è ovviamente diretta. È la presenza femminile che si trova nel corpo maschile che lavora contro la sua pancetta. Fino a qualche anno fa, la carenza di testosterone era considerata quasi l’unica fonte degli acciacchi. In realtà non è così. Sicuramente fa ridurre il volume dei muscoli e di conseguenza toglie energia, ma quando sono gli estrogeni a diminuire l’uomo tende a ingrassare.

Proprio come per le donne, questi ormoni arrivati alla mezza età sono fonti guai sia per la salute sia per il piacere di guardarsi allo specchio con soddisfazione. Ora i ricercatori si stanno impegnando per capire come regolare la presenza di queste sostanze, considerando (e questo è il dato più incredibile) che i maschietti di casa producono così tanti estrogeni che finiscono per averne il doppio rispetto a una donna in post menopausa. Sorpresi? Alla prossima scalmana di vostra moglie, avrete sicuramente un più rispetto.

 

Photo Credit | ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>